Bonus 200 euro, l’Inps attiva il servizio: come ottenerlo e chi può chiederlo

0
354

L’Inps ha ufficialmente attivato il servizio per la presentazione delle domande per il bonus 200 euro: come ottenerlo e chi può riceverlo.

L’Italia sta continuando a vivere un periodo complicato. Con la pandemia che è stata posta sotto controllo ma che rimane presente e minacciosa, il nostro Paese adesso ha come principale preoccupazione il carovita e l’inflazione. L’aumento dei prezzi dei beni primari e quello dei costi delle bollette di luce e gas e della benzina ha messo in crisi molti italiani che già prima dei rincari arrivavano a fatica a fine mese.

L’aumento dei prezzi è diretta conseguenza della pandemia per quanto riguarda il rincaro del costo delle materie prime e dunque dei beni di prima necessita e per quanto riguarda l’aumento del costo del greggio. Tuttavia, così come per l’aumento del costo del gas, a peggiorare la situazione c’è anche la guerra scoppiata in Ucraina e che pare attualmente lontana da una risoluzione.

Bonus 200 euroLe azioni intraprese dal governo italiano e dall’Unione Europea in merito alla guerra in corso hanno avuto una ripercussione diretta sull’amento del costo del gas e dunque dell bollette. A soffrirne è principalmente l’Italia, visto che oltre il 40% del gas veniva fornito dalla Russia e l’appoggio politico e militare all’Ucraina ha portato ad un blocco della fornitura per il prossimo inverno.

Bonus 200 euro, l’Inps dà il via al servizio: chi può usufruirne e come ottenerlo

Data la situazione di difficoltà dei cittadini legata all’inflazione e ai rincari, il governo ha approvato un decreto aiuti grazie al quale viene applicato uno sconto al costo della benzina e a quello delle bollette. Tra le varie misure varate c’è anche un bonus di 200 euro una tantum rivolto ad una platea di beneficiari di 31,5 milioni di italiani. Il bonus è rivolto ai lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati, ai lavoratori stagionali, a quelli occasionali, agli autonomi occasionali (ovvero senza partita iva), ai lavoratori domestici e agli autonomi dotati di partita iva.

In queste ore l’Inps ha dato il via al servizio di richiesta del bonus. I lavoratori dipendenti lo potranno ottenere tramite il datore di lavoro. I dipendenti privati dovranno presentare insieme alla richiesta un’autocertificazione con la quale dichirano di non ricevere alcun trattamento pensionistico e di non essere beneficiari del reddito di cittadinanza. La dichiarazione andrà presentata anche dagli autonomi e dagli stagionali, mentre i dipendenti pubblici, già controllati dal Mef, non hanno bisogno di presentare alcuna certificazione.

Per fare richiesta vi servirà lo spid, poiché proprio lo spid vi permetterà di accedere all’area riservata al Bonus di 200 euro. Una volta entrati sul sito dell’Inps dovete accedere al percorso “Prestazioni e Servizi”, quindi cliccare su “Servizi” ed infine entrare in “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche“. Una volta qui vi verrà richiesto l’accesso tramite spid e dopo essere entrati vi verrà chiesto di selezionare la vostra categoria di appartenenza.

Il servizio viene attivato adesso e sarà disponibile per tutta l’estate. La possibilità di chiedere l’aiuto scadrà il 30 settembre per i lavoratori domestici, mentre per tutti gli altri ci sarà tempo entro il 31 ottobre. Una volta effettuata la richiesta, il bonus dovrebbe arrivare nel giro di un paio di settimane e comunque non oltre la fine del mese in cui avete effettuato la richiesta.