Caro benzina e bollette, nuovi sconti in arrivo dal governo per l’estate

0
489

Entro la fine di giugno il governo approverà la manovra che consentirà di applicare sconti al costo della benzina e delle bollette.

Superato il periodo di maggiore preoccupazione sanitaria, l’Italia si trova ad affrontare la coda della pandemia e tutti gli strasichi ad essa connessi. Se da un lato, infatti, si deve ancora tenere sotto controllo la situazione sanitaria per evitare che gli ospedali vadano in sofferenza, dall’altro ci si deve concentrare sul rilancio dell’economia e sul sostegno della popolazione in un periodo di forte crisi.

I due anni di pandemia hanno portato ad un rincaro delle materie prime, ma anche a quello dei costi dei trasporti e dei carburanti. La situazione è stata resa ancora più grave dallo scoppio della guerra in Ucraina, situazione di instabilità politica internazionale che ha implicazioni sul costo del gas, del petrolio e dei prodotti derivati dal grano. Un terzo del gas utilizzato dagli italiani, infatti, era di provenienza russa, mentre gran parte del grano di provenienza ucraina.

Governo sconto benzinaL’inasprirsi delle posizioni sulla guerra e l’appoggio diplomatico (e non solo) dell‘Europa all’Ucraina ha portato la Russia a chiudere i rubinetti del gas verso i Paesi europei, compresa ovviamente l’Italia. Gli effetti di questa decisione li sconteremo il prossimo inverno, ma già adesso il costo del gas è in forte aumento. Come sempre in periodo di crisi, inoltre, il prezzo del greggio è aumentato a dismisura, di conseguenza è aumentato anche quello della benzina.

Il governo sta per approvare la manovra che consentirà sconti per benzina e gas durante l’estate

Da tempo il governo Draghi è al lavoro su una manovra che consenta di abbassare i prezzi di benzina e gas in vista del periodo estivo. Già ad aprile il Ministero dell’Economia aveva preventivato che i fondi per la manovra sarebbero stati presi dall’extra gettito, ovvero da ingressi fiscali superiori a quelli previsti dalla manovra di bilancio. In questi giorni si è scoperto che questi introiti in più sarebbero circa 18 miliardi di euro, ovvero 3,3 volte in più di quanto preventivato ad aprile. Somma che deriva da due fattori, ossia la ripresa della riscossione delle tasse dopo la pandemia e l’inflazione che aumenta i proventi derivanti dall’iva.

L’extra gettito verrà certificato entro il prossimo 30 giugno con l’approvazione dell’assestamento di bilancio. Una volta approvato ci sarà spazio di manovra per una misura da 5-6 miliardi di euro per i mesi estivi. Con questo denaro si provvederà all’abbassamento del costo della benzina tramite il taglio delle accise e a quello del costo delle bollette di luce e gas. Se tutto va come previsto il provvedimento sarà approvato entro due settimane e dovrebbe essere effettivo in vista delle bollette di luglio e agosto. Con ogni probabilità invece l’effetto sarà immediato per quanto riguarda i costi della benzina.