Eurovision 2022, scoppia il caos tra Cattelan e Laura Pausini: spunta ora la verità

0
242

Alessandro Cattelan e Laura Pausini sarebbero ai ferri costi: cos’è successo tra i due conduttori dell’Eurovision 2022? 

Fervono i preparativi per l’Eurovision 2022, e non mancano neppure le polemiche. Fonti ben informate parlano di crescenti tensioni tra Alessandro Cattelan e Laura Pausini, due dei tre nomi scelti per la conduzione dell’evento che si svolgerà in Italia, a metà maggio a Torino. Mika – il terzo nome – si è a quanto pare ritrovato in mezzo a questa rivalità, pur essendo del tutto estraneo ai fatti, limitandosi a fare  il suo lavoro senza battere ciglio e senza lamentarsi.

eurovision

La causa di questa “maretta”? I due incriminati cercherebbero di primeggiare l’uno sull’altro, nell’intento di prendersi tutta la scena, secondo quanto riferisce il sempre informatissimo Dagospia. Insomma, si annuncia tutto pepe questa edizione dell’Eurovision Song Contest, la cui finale è prevista per il 14 maggio prossimo, con Mahmood e Blanco, vincitori dell’ultimo Festival di Sanremo, che torneranno sul palco insieme e stavolta canteranno davanti a tutta l’Europa.

Le ultime novità sull’Eurovision 2022 

Dietro le quinte dell’evento pare che al momento il caos regni sovrano. Si susseguono le riunioni per organizzare le serate e i nervi sarebbero a fior di pelle. Manager e organizzatori sarebbero sottoposti a un notevole carico di stress, complice forse anche le tensioni e le preoccupazioni che si respirano alla luce della difficile situazione internazionale. In tutto ciò, per Laura Pausini si prospetta un ruolo da “diva” a tutti gli effetti: la cantante avrebbe chiesto ben dodici cambi di abito e di potersi esibire prima della proclamazione del vincitore.

Di lì i presunti timori e malumori di Cattelan, che non vorrebbe rischiare di passare sul palcoscenico dell’Eurovision come un “valletto” della cantautrice-star. I tre sono – almeno in teoria – conduttori alla pari, e il buon Alessandro intendere fare la sua parte fino in fondo (essendo tra l’altro l’unico di tre a lavorare come conduttore). “Così si va avanti a richieste e mediazioni, con il solo Mika silenzioso e collaborativo”, riferisce Dagospia. Verità o gossip? Lo scopriremo molto presto, e forse ne vedremo anche sul palco gli effetti diretti.