Giulia Stabile, il dramma che l’ha segnata per sempre: “Non ha parlato per anni”

0
358

Oggi uno dei personaggi televisivi più amati, Giulia Stabile ha avuto un’infanzia e un’adolescenza difficili: il racconto dell’insegnante.

Vincitrice dell’edizione 2021 di Amici, Giulia Stabile è uno dei personaggi televisivi più amati dai giovani sui social. Ballerina dotata di talento e capace di restituire con i suoi movimenti in sala emozioni profonde, la ventenne ha conquistato il pubblico di amici grazie alla sua semplicità, alla sua gentilezza, al suo carattere solare e alla sua continua voglia di ridere.

Giulia StabileChi ha seguito il talent di Maria De Filippi lo scorso anno, però, sa anche che Giulia ha avuto un passato difficile, che quando era bambina e fino a poco prima di entrare nella scuola ha subito le cattiverie dei bulli. Ragazza introversa e timida, ha subito per anni gli insulti dei coetanei che l’attaccavano proprio perché ne comprendevano le fragilità. Le dicevano che era brutta, che era stupida, che la sua risata (caratteristica che molti amano) era fastidiosa e indice di poca intelligenza.

Hanno cercato di piegarla, di distruggerla e l’unica cosa che le ha permesso di resistere e andare avanti è stata l’amore per la danza. Di questo vissuto infelice Giulia ha parlato molto con Sangiovanni (ancora oggi suo fidanzato) e le loro discussioni hanno creato un legame empatico forte tra la vincitrice di Amici 2021 ed i giovani che sanno bene cosa significhi dover affrontare i bulli, sentirsi insicuri, pensare di non valere nulla.

Giulia Stabile, il racconto drammatico dell’insegnante di danza

Analizzandolo da un punto di vista puramente emotivo, il percorso di Giulia all’interno della scuola è stato d’esempio per milioni di giovani. La ragazza ha trovato la forza per vincere le sue insicurezze, per superare le sue fragilità, ha sperimentato e trovato l’amore, quindi alla fine ha pure vinto il programma da outsider. Non stupisce che in meno di un anno sui social abbia raggiunto il milione di follower e non è impossibile pensare che proprio questo affetto smisurato del pubblico abbia influito sulla decisione finale.

Oggi Giulia Stabile è una professionista affermata nella sua disciplina, ma anche una conduttrice televisiva alle prime armi. Il dramma della gioventù è superato, ma lei non ha perso la semplicità e l’umiltà che ha mostrato sin dal primo giorno in televisione. Una vittoria non solo professionale, ma anche e soprattutto morale nei confronti di chi per anni ha cercato di tarparle le ali.

Delle sue difficoltà infantili e adolescenziali ha parlato con la stampa la sua insegnante di danza storica Flaminia Buccellato. Intervistata da ADNKronos, la donna ha rivelato: ” Dicevano fosse brutta, non particolarmente intelligente, la sua voce l’ho sentita per la prima volta a 13 anni. Si chiudeva in sé anche in sala, sempre in fondo, insicura, timorosa di apparire. Giulia era solo molto, molto sensibile e molto artista. Bisogna capirla, entrare nel suo mondo. E’ quello che ho fatto in tutti questi anni”.

Lei è stata la prima a credere in lei, nel suo talento, ma anche la prima ad esserle di supporto morale, a farle capire che chi la criticava lo faceva solo per cattiveria, che ciò che le dicevano non era vero: “Le ho dato fiducia come insegnante. La sua determinazione, poi, la sua dedizione hanno fatto il resto, l’amore per la danza l’ha salvata. Giulia può essere di esempio per molti suoi coetanei, non è un caso che abbia oltre un milione di followers. Seguitissima sui social, Giulia è virale, ha creato un universo parallelo mediatico di forte impatto sulle giovani generazioni”.