Laura Pausini, le lacrime per la morte dell’amica e collega: tutti commossi

0
635

L’indimenticabile Raffaella Carrà oggi avrebbe compiuto 79 anni. Tra i tanti vip che l’hanno ricordata sui social (e non solo) non poteva mancare Laura Pausini: ecco le sue parole. 

A quasi un anno dalla morte della regina delle showgirl italiane, che proprio oggi, 18 giugno, avrebbe compiuto 79 anni, sono in moltissimi – personaggi noti e ma anche gente comune -a celebrare e omaggiare Raffaella Carrà. Laura Pausini l’ha fatto a modo suo su Instagram…

pausini

Il ricordo speciale di Laura Pausini per Raffaella Carrà

Buon compleanno in tutte le lingue del mondo, si potrebbe dire parafrasando un celebre titolo. Così Laura Pausini ha voluto dedicare un pensiero all’amica Raffaella: “Buon compleanno Raffaella! Sei sempre con me. ❤️”, si legge nel post che la cantante ha pubblicato nelle scorse ore sul suo seguitissimo profilo Instagram. E ancora: ” ¡Feliz cumpleaños Raffaella! Siempre estás conmigo. ❤️”, “Happy birthday Raffaella! You are always with me. ❤️”, “Feliz aniversário Raffaella! Estás sempre comigo. ❤️”, “Joyeux anniversaire Raffaella! Tu es toujours avec moi. ❤️ #raffaellacarra“.

Ma è soprattutto la gustosissima clip che accompagna il messaggio di Laura Pausini a calamitare la curiosità e l’attenzione del popolo di Instagram. “Io amo questa cosa di Raffaella, dice la cantante, parlando in spagnolo ai microfoni dell’emittente Rtve, mentre sorridendo apre una scatola ed estrae una parrucca bionda! Un po’ di suspense e… ecco Laura in versione platinata, come l’amica – o quasi. “Io amo – continua l’artista – il fatto che in Spagna c’è un rispetto, un amore e una passione per Raffaella che mi…”. E poi si ferma, riuscendo a stento a trattenere la commozione e le lacrime.

“Ti chiamano ‘La Carrà mora’”, interviene l’intervistatore, come a tentare di trarla d’impaccio. E lei annuisce, con gli occhi ancora lucidi. “Sai cosa, io penso…”, prosegue Laura Pausini, mettendosi finalmente la parrucca, ma al contrario. “Piango e con la parrucca al contrario”, chiosa lei, per sdrammatizzare. “Però è stupenda”, osserva il suo interlocutore. E allora lei accenna un “Scoppia scoppia mi sco…”.

Ma poi Laura Pausini si fa più seria. “Non immaginavo – dice – che quando Raffaella ci ha lasciato la Spagna si sarebbe comportata così. O meglio, ero a conoscenza dell’amore, del vostro amore nei suoi confronti, però non mi immaginavo tutto quel rispetto e tutto quell’interesse manifestato. “Era come se fosse nostra, nel miglior senso della parola”, spiega l’altro. “Si, è bellissimo”, conferma Laura Pausini, commuovendosi ancora. “Perché… aspetta… questo voglio dirtelo… Non piango di dolore, piango perché sono emozionata. Quando nacque mia figlia Raffaella mi disse che voleva vederla e il primo viaggio che feci fuori casa fu per andarla a trovare. Raffaella era molto emozionata di conoscere Paola. E allora mi disse che solo io e lei sapevamo veramente cosa significa ‘essere di altri’, di qualcuno che non è italiano. La sensazione di appartenere a una nazione che non è la tua la percepisci, perché la gente te l’ha dimostrato. E’ difficile da spiegare ed è una sensazione unica”. Come lei, come loro…