Morte Michele Merlo, aperta un’inchiesta all’Ausl di Bologna

1
90

Il giovane Michele Merlo, ex allievo di Amici, ha perso la vita per via di una emorragia cerebrale: avviate le indagini per comprendere se ci siano responsabilità dei medici che lo avevano visitato.

Michele merlo

Quest’oggi è un giorno assai triste per il mondo dello spettacolo e non solo perché Michele merlo, un giovane cantante di soli 28 anni, è morto per colpa di una leucemia fulminante che lo ha portato ad avere un’emorragia cerebrale. Il ragazzo negli ultimi giorni era finito in un coma da cui non si è più svegliato. Il mondo dello spettacolo, Maria De Filippi e lo staff di Amici in prima fila, si sono stretti intorno alla famiglia del giovane. I genitori di Mike Bird, così si faceva chiamare durante lo show di Canale 5, hanno raccontato in minima parte di cosa è successo al loro figlio. Sebbene non abbiano accusato apertamente l’ospedale che aveva in cura il giovane 28enne, essi si sono lamentati perché non sono stati fatti accertamenti.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Morto Michele Merlo, il cantante uscito da Amici non ce l’ha fatta

michele merlo

L’inchiesta dell’Ausl di Bologna e le parole del padre di Michele Merlo

Tramite BolognaToday abbiamo saputo come l’Ausl di Bologna abbia deciso di aprire un’indagine interna. Questo per capire che cosa sia successo a Michele Merlo da quando è entrato all’ospedale a quando è spirato. Dopo un delicato intervento di neurochirurgia per risolvere l’emorragia cerebrale, il ragazzo era rimasto in ospedale. “L’Azienda, sentita anche la famiglia, sta ricostruendo la vicenda a partire dal primo accesso del giovane all’Ospedale di Vergato, avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 2 giugno, e dove risulta essere stato visitato dal Medico di continuità assistenziale. È in corso inoltre la ricostruzione puntuale del soccorso in emergenza avvenuto il giorno successivo che ha condotto all’intervento e al ricovero in Rianimazione. La direzione ha dato quindi mandato al Risk Manager aziendale di procedere ad attivare l’iter per un audit di rischio clinico”.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Maria De Filippi, il gravissimo lutto la distrugge: non si dà pace

Il padre di Michele Merlo non si dà pace per quanto accaduto al figlio e, insieme alla moglie, si sono lamentati per i mancati controlli. Quello che l’indagine si premurerà di comprendere è se l’ex allievo di Amici sarebbe potuto essere ancora tra noi se i medici lo avessero operato immediatamente. Le parole del padre stringono il cuore: “Lamentava dei sintomi che un medico accorto avrebbe colto. Aveva una forte emicrania da giorni, dolori al collo e placche in gola, un segnale tipico della leucemia“.

michele merlo

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here