Paolo Conticini, confessione su Christian De Sica: “E’ un bugiardo”

0
334

L’attore rivela che il collega Christian De Sica è un bugiardo patologico, talmente abituato alla menzogna da farla diventare una sua peculiarità.

Chi meglio di un amico conosce i nostri difetti. Per questo quando Paolo Conticini parla di Christian De Sica gli si può credere. I due attori infatti collaborano ormai da diversi anni e in questo lasso di tempo sono diventati grandi amici. Se si vuole conoscere qualche segreto o difetto di uno dei due, insomma, non qualcuno migliore di loro per scoprirli.

paolo conticiniSebbene siano amici, in un’intervista di qualche tempo fa Paolo Conticini non si è fatto scrupolo ad essere brutalmente sincero su Christian De Sica. L’attore toscano deve molto al collega a livello professionale ma anche umano, dunque le sue dichiarazioni non sono frecciate, ma più che altro una descrizione priva di ipocrisie di quello che è un artista che conosce sotto ogni profilo.

Quando gli viene chiesto di parlare di pregi e difetti dell’amico, Paolo non ha peli sulla lingua e dice: “Christian ha tantissimi pregi ma anche tantissimi difetti ma non ci sarebbe tutto questo tempo per dirli tutti”. L’attore poi aggiunge quello che secondo lui non è solo un difetto, ma una vera e propria caratteristica: “È una persona a cui voglio molto bene. Lo conosco molto bene. È permaloso da morire però la cosa che lo caratterizza di più, e per la quale mi fa molto ridere, è il fatto che sia bugiardo”.

Paolo Conticini rivelazione su Christian De Sica: “E’ un bugiardo”

Consapevole che quelle sue parole potessero essere fraintese o strumentalizzate, Conticini successivamente chiarisce il tutto: “Ovviamente è in senso molto affettuoso. Lui usa le bugie per raggiungere uno scopo. Se vuol dire una battuta o raccontare una storia spesso racconta anche una bugia così per rendere la cosa più interessante. Infiocchetta la cosa, io conoscendolo a volte lo assecondo e sto al gioco”.

A quanto pare, dunque, Christian a volte si fa trascinare dalla fantasia e quando racconta un dettaglio della propria vita lo fa come se fosse sempre davanti ad un pubblico pagante, aggiungendo particolari e arricchendolo per renderlo interessante. Si tratta insomma di deformazione professionale, non di una volontà di ingannare chi ha di fronte.

Per questa ragione sia Paolo Conticini che tutte le persone che lo conoscono e gli vogliono bene passano sopra a questa sua abitudine. D’altronde più che di un difetto vero e proprio si tratta di un vezzo che non inficia quanto di buono è in grado di fare e dare alle persone a cui tiene.