Quarto Grado, anticipazioni 30 settembre: conduttori sconvolti in diretta per l’annuncio

0
601

Torna questa sera, venerdì 30 settembre 2022, l’appuntamento con il programma di approfondimento sulla cronaca nera Quarto Grado.

Buone notizie per gli appassionati del programma di rete quattro, Quarto Grado. La trasmissione torna ad andare in onda regolarmente questa sera dopo aver saltato l’appuntamento della scorsa settimana. La pausa, infatti, non era dovuta ad una scelta della rete di mettere in stanby o interrompere il regolare corso della trasmissione, ma alla concomitante chiusura della campagna elettorale per le politiche 2022.

Quarto GradoArchiviato dunque il discorso votazioni, con la coalizione di centrodestra che ha ottenuto una maggioranza piena alle urne e può dunque legittimamente formare un governo in grado di governare senza troppe problematiche, si torna alla normale programmazione settimanale di cui Quarto Grado è un esponente di spicco da diversi anni.

Quest’anno non ci sono stati scossoni o rinnovamenti epocali, Quarto Grado rimane la trasmissione che milioni di appassionati seguono ormai da diverso tempo, con un format ormai rodato da tempo e con gli stessi conduttori: Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. Il focus è incentrato su alcuni casi di cronaca nera irrisolti o che presentano ancora aspetti poco chiari o addirittura misteriosi, l’obbiettivo è quello di scovare delle verità che sono rimaste sepolte o degli indizi che possano condurre ad una nuova pista.

Quarto Grado, anticipazioni sulla puntata in onda il 30 settembre 2022

Come in ogni puntata, anche questa sera l’attenzione dei conduttori e degli ospiti in studio si concentrerà su due casi di cronaca nera in particolare. Il primo di cui si parlerà è quello sulla morte di Saman Abbas, la ragazza di origini pakistane scomparsa il 30 aprile di quest’anno. Sin da subito si è capito che dietro la scomparsa della giovane c’era la possibilità del delitto d’onore. Saman aveva rifiutato il matrimonio combinato, decidendo di scegliere autonomamente chi sarebbe dovuto essere il compagno della sua vita. La scelta legittima ha spinto i familiari a orchestrare il delitto e la scomparsa del cadavere della giovane, come confermano le intercettazioni degli inquirenti.

Dopo aver ricostruito, attraverso le investigazioni e le intercettazioni il caso di Saman, in studio si passerà a illustrare il caso Alessia Pifferi. La 37enne ha volontariamente abbandonato la figlia di un anno e mezzo in casa per sei giorni, causandone la morte per stenti. Ci si chiede se la donna fosse consapevole del fatto che la figlia potesse morire senza la possibilità di nutrirsi e dai verbali emerge come la piccola Diana sia stata lasciata in più occasioni al proprio destino.