Raoul Bova nella bufera, le critiche feroci: la risposta spiazza tutti

0
647

Raoul Bova sta vivendo un periodo magico della propria carriera. Un successo, quello dell’attore, che alcuni pensano sia immeritato.

Sono ormai anni che Raoul Bova è uno degli attori italiani più richiesti e di conseguenza più presenti sul piccolo schermo. La carriera attoriale di Bova è ormai decollata e alle numerose serie tv, aggiunge anche alcuni ruoli per il cinema. Quello appena trascorso è stato un periodo decisamente positivo per lui: prima il successo nei panni di Don Massimo in Don Matteo, quindi quello con Giustizia per tutti, in onda proprio poco dopo la fine della fiction Rai su Mediaset.

raoul bovaAppare evidente che se Raoul è così presente in televisione significa che piace, sia esteticamente che come attore. C’è tuttavia chi ritiene che i meriti di Bova siano esclusivamente di natura estetica. Ad esempio un lettore del settimanale ‘Nuovo‘ ha espresso il suo scetticismo sul talento dell’attore, aggiungendo come a suo avviso abbia avuto successo esclusivamente per il suo bell’aspetto.

Raoul Bova lavora solo perché è bello? La risposta di Maurizio Costanzo

Che la bellezza abbia avuto un ruolo nella carriera di Raoul Bova non vi è dubbio. Lo stesso attore ha ammesso in alcune interviste che senza l’aspetto che si ritrova, senza la bellezza che gli viene riconosciuta, con ogni probabilità non sarebbe mai entrato a far parte del mondo dello spettacolo. L’aspetto esteriore è stato il biglietto da visita che gli ha permesso di entrare, dunque, ma è stato anche ciò che gli ha permesso di rimanere così a lungo al centro dell’attenzione?

Su questo Maurizio Costanzo non è d’accordo, se ammette infatti che la bellezza gioca sempre un ruolo, specie nel mondo della televisione e dello spettacolo, nella sua risposta al lettore aggiunge: “Con la stessa franchezza dobbiamo dire che se sei bello e incapace non fai strada, non resti sulla cresta dell’onda da anni come ha fatto Raoul Bova”. Insomma la bellezza aiuta, ma se non è supportata dal talento non è sufficiente a farti rimanere in auge.

D’altronde è evidente che Raoul Bova sia migliorato molto con il passare degli anni. Se inizialmente era un po’ spigoloso e rigido nelle espressioni, oggi l’attore è in grado di esprimere magnificamente un’ampia gamma di emozioni solo con sguardo e viso. Inoltre oggi può recitare un ruolo comico, un ruolo drammatico o uno di semplice azione, dimostrazione che lavoro e dedizione, unite al talento, sono servite a farlo diventare un attore completo.