Vite al limite: chi è Annjeanette, la paziente che ha fatto causa al programma

0
6289

A quasi un anno dalla sua puntata a Vite al limite, Annjeanette (che è partita pesando 307kg) ha deciso di fare causa al programma.

“Quando mangio non mi sento male per la vita che sto facendo”: così Annjeanette aveva spiegato la sua dipendenza dal cibo a Vite al limite. La donna, originaria del Texas, a viaggiato fino alla clinica del programma a Houston assieme al padre. Le cose, però, non sono andate bene: nonostante Annjeanette abbia perso 124kg (passando da 307kg a 163), sembra che il modo in cui il programma è organizzato non l’abbia soddisfatta.

Annjeanette ed i problemi con Vite al limite

Inizialmente, sembrava che Annjeanette fosse arrabbiata per via di alcuni messaggi ricevuti da haters online. “Divertente come dei completi sconosciuti se la prendano tanto per un reality show” ha scritto la donna sul suo profilo social. “Non lo capite che mentono e che molte delle cose che fanno sono create solo per aumentare gli ascolti? Sono così stufa di ricevere continuamente messaggi assurdi da persone di tutto il mondo. Provate a stare nei miei panni e poi venite a parlarmi! Il mio viaggio non è ancora finito. Sappiate che ciò che sto facendo è per me stessa e non per voi”.

Leggi anche -> Vite al limite, Maja e Justin oggi: pesavano oltre 300Kg, come sono adesso

I problemi però sono nati già da prima che la puntata andasse in onda. Online si può trovare un post del padre di Annjeanette, Jack, che parla della situazione. “Mia figlia Anni ha urgentemente bisogno di un bypass gastrico” si legge. “Abbiamo ricevuto la possibilità di fare qualcosa e mi è stato detto che potevo accompagnarla. Inizialmente sembrava che l’intero costo del viaggio sarebbe stato coperto, ma all’ultimo ci è stato detto che questo è vero solo a metà. Questi sono i fatti: il volo costa 454 dollari e io dovrò pagarne la metà”. Nel post, Jack ha sottolineato di non chiedere donazioni ma solo una sorta di prestito così da poter arrivare a Houston il martedì seguente. “In queste circostanze, se non riuscissimo ad arrivare la vita di mia figlia potrebbe finire. Per me non è accettabile”. Annjeanette, quindi, ha denunciato la casa di produzione del programma, Megalomedia. Al suo fianco ci sarebbero anche David Bolton (un altro partecipante del programma) ed altre sei persone rimaste anonime.