Windows 11 finalmente disponibile per tutti: è il momento di aggiornare i pc?

0
127

Con l’aggiornamento 22H2 Windows 11 è diventato disponibile per tutte le piattaforme: tutte le novità del sistema operativo Microsoft.

Verso la fine dello scorso anno Microsoft ha rilasciato la versione iniziale del suo nuovo sistema operativo, l’undicesima versione del suo Windows. Il rilascio del nuovo OS era stata annunciata qualche giorno prima ed è stato chiarito sin da subito che Microsoft non avrebbe chiesto alcun esborso di denaro ai propri utenti in possesso di una chiave Windows operativa per l’upgrade alla nuova versione.

Data la gratuità dell’aggiornamento, quasi tutti sono stati invogliati a fare il passaggio da Windows 10 all’11, ma fino ad oggi questo passaggio era disponibile solo per quelli che avevano un pc sufficientemente moderno e performante da sostenere il nuovo sistema operativo.

Al fine di non indurre gli utenti ad effettuare un upgrade che non avrebbe funzionato, Microsoft ha introdoto lo strumento “Controllo integrità Pc“. In questo modo chiunque fosse in possesso di un pc avrebbe potuto contollare se la sua macchina fosse idonea all’upgrade prima di procedere.

Nonostante questo accorgimento, alcuni utenti più scafati hanno tralasciato l’upgrade volutamente. Com’è risaputo, infatti, le prime versioni di un sistema operativo a sviluppo continuo possono dare problemi di compatibilità con alcuni software e causare dunque problemi agli utenti, sia in ambito lavorativo che casalingo.

Windows 11 è disponibile a tutti con il nuovo aggiornamento: adesso conviene fare il passaggio?

Nella giornata di oggi Microsoft ha rilasciato l’aggiornamento 22H2 di Windows 11 che rende il sistema operativo funzionante su qualsiasi macchina abbiate in possesso. Tuttavia, è bene precisare, che la nuova versione del sistema operativo verrà rilasciata gradualmente. Per evitare passi falsi l’azienda di Redmond adotta dai tempi del rilascio di Windows 10 un metodo conservativo, rilasciando il suo sistema operativo solo nel momento in cui vi è la certezza che questo funzioni sul dispositivo in cui verrà installato.

La risposta alla domanda, dunque, è no: se non vi spunta tra gli aggiornamenti possibili, non dovete passare al nuovo sistema operativo. Chiunque, a proprio rischio e pericolo, voglia provare ad installare lo stesso Windows 11 potrà farlo (sul web trovere spiegazioni su come farlo), ma il consiglio è quello di attendere il roll out di Windows, in modo tale che vi sia la certezza che il nuovo OS non vi causi rallentamenti o problemi di compatibilità.

Tutte le novità dell’aggiornamento 22H2

Al di là di permettere gradualmente l’installazione di Windows 11 su tutti i dispositivi, cosa introduce l’aggiornamento 22H2. L’azienda ha spiegato che, basandosi sui feedback ricevuti dagli utenti in questi mesi, per questo primo grosso aggiornamento si è focalizzata su quattro punti: funzioni d’accessibilità, produttività, sicurezza e protezione, strumenti audio-video, gaming e creator.

Per quanto riguarda l’accessibilità, sono state inserite le didascalie live per creare testo utilizzando solo la voce (funzione al momento solo in inglese) ed è stata migliorata Natural Voice, strumento utile alla navigazione e alla lettura. Per la produttività invece sono stati apportati miglioramenti ai Layout Snap, funzione introdotta per permettere di tenere aperte più schede nella stessa schermata senza necessità di fare switch tra l’una e l’altra. L’aggiornamento migliora anche le funzioni touch ed il consumo della batteria per favorire il lavoro su tablet e portatili. Inserite anche le modalità “Focus” e “Non disturbare”.

Per i creator l’aggiornamento 22H2 migliora Windows Studio Effects 4, software di gestione delle chiamate e delle video chiamate. L’app ha adesso la funzione ‘Voice Focus’ per annullare i rumori di sottofondo, sfocatura per eliminare ciò che abbiamo alle spalle e Eye Contact per migliorare la definizione della figura in videochiamata. E’ stata inserita l’app ClipChamp per chiunque voglia creare immagini o lavora con editor per le foto ed una nuova Game Bar più funzionale e intuitiva per chi utilizza il PC Game Pass.

La novità più importante riguardante la sicurezza è invece Microsoft Defender SmartScreen. Questa nuova applicazione permette di avvertire gli utenti quando stanno inserendo i propri dati su un sito web violato o su un’applicazione dannosa. L’app riconosce il pericolo e invia immediatamente un messaggio, evitando il furto di dati e l’installazione di malware e virus sul sistema.