Al Bano rompe il silenzio, la decisione di Loredana Lecciso: successo tutto in fretta

0
446

Al Bano e Loredana Lecciso hanno deciso di impegnarsi concretamente per aiutare le vittime della guerra in Ucraina: il loro bellissimo gesto.

La guerra scatenata dalla Russia in Ucraina ha dimostrato ancora una volta quanto gli italiani sappiano essere caritatevoli. Sin dai primi giorni, infatti, in tantissimi si sono attivati per dare un contributo alla popolazione ucraina che soffre. C’è chi dona somme in denaro, chi invece non può fare tanto e contribuisce acquistando beni primari da inviare alla popolazione assediata dalle truppe russe e chi ancora mette a disposizione la propria casa ai profughi che scappano dagli orrori della guerra.

Al Bano ospitalitàA questa gara di solidarietà stanno partecipando in tanti e tra questi c’è anche Al Bano. Il cantante di Cellino San Marco e la compagna hanno infatti deciso di comune accordo di dare ospitalità ad un’intera famiglia in fuga dalla guerra. Raggiunti dal settimanale ‘Nuovo Tv’, i due vip hanno spiegato che per loro non si tratta di un gesto eccezionale, ma di una cosa normale, qualcosa che farebbe chiunque se ne avesse la possibilità economica.

Insomma l’artista non accetta di essere considerato una specie di eroe o santo semplicemente perché sta offrendo aiuto a delle persone bisognose. In piena sintonia con i valori della Chiesa, inoltre, vorrebbe che questo gesto non fosse pubblicizzato più di tanto. Insomma la carità si fa e non si dice. Certo è un po’ difficile nasconderla quando sei uno dei personaggi pubblici più in vista d’Italia.

Al Bano offre ospitalità ad una famiglia ucraina: il bel gesto commuove i fan

Nel corso dell’intervista, Loredana Lecciso ha spiegato che entrambi hanno avuto la stessa idea nello stesso momento. Lei lo ha chiamato chiedendogli se era d’accordo ad ospitare qualche bambino in fuga dalla guerra e lui le ha risposto che le stava per proporre la stessa cosa e che sarebbe stato meglio offrire ospitalità a più persone. Così adesso nelle tenute di Cellino San Marco c’è una giovane insegnante con il figlio di 7 anni e due dei suoi studenti quasi maggiorenni.

In questi primi giorni Al Bano e famiglia hanno cercato di farli sentire a casa, di distoglierli dal dramma che stanno vivendo, ma nei prossimi giorni cercheranno di farli ambientare a Cellino e in Puglia, facendo conoscere loro la terra in cui sono ospiti. La speranza, chiaramente, è quella che il conflitto possa terminare rapidamente e che possano tornare alla loro vita, nel frattempo faranno di tutto per farli sentire come se fossero parte della famiglia.