Alberto Matano, accuse gravissime contro di lui: non doveva farlo in tv

0
561

Alberto Matano e il suo programma “La vita in diretta” sono finiti nell’occhio del ciclone e sono diventati bersaglio di feroci critiche.

Un compito difficile quello degli inviati e dei giornalisti che si occupano di trattare casi di cronaca delicati, specialmente se ancora caldi e per cui il pubblico e i telespettatori provano ancora emozioni istintive. Si tratta di momenti da trattare con delicatezzan e intelligenza, per non ferire nessuno e per rispettare le vittime e i familiari di tutte le persone coinvolte. Lo sa bene Alberto Matano, che ha a che fare con casi simili quotidianamente per il suo fortunato programma “La vita in diretta“.

Ma questa volta al pubblico non è andato giù qualcosa proprio riguardo al programma di Matano, che è finito nel ciclone delle critiche e delle accuse piuttosto gravi. Ma di che cosa si tratta e come ha risposto il conduttore?

Alberto Matano, la risposta alle critiche feroci

In questi giorni i programmi televisivi e i giornali italiani si stanno occupando di un caso particolarmente delicato e che ha lasciato il pubblico sotto shock. Si tratta della violenza sessuale subita dalla mamma di Casal Monastero, in provincia di Roma, mentre si trovava con suo figlio minorenne. Questa terribile storia ha lasciato tutti a bocca aperta, indignati e sconvolti ed è difficile, anche per i giornalisti e gli inviati che se ne occupano, non offendere nessuno. Ecco da dove sono derivate le critiche ad Alberto Matano e il suo programma “La vita in diretta“.

Alberto Matano

Selvaggia Lucarelli ha diffuso sui social un messaggio privato inviato da un telespettatore che ha speso parole molto dure e feroci contro un non ben specificato “programma di Rai1” che si è proprio occupato del caso della donna violentata. In questo messaggio, la persona accusava gli inviati di questo programma di essere sciacalli e di mancare di rispetto alla vittima e a tutte le persone coinvolte. Nonostante non sia mai stato specificato di quale programma si trattasse, Alberto Matano ci ha tenuto a difendere i suoi inviati.

Il conduttore ha infatti ribadito ai telespettatori, durante la puntata de La vita in diretta, come i suoi inviati siano sempre molto rispettosi e professionali, soprattutto quando si tratta di casi del genere, così delicati e ancora caldi. Matano ha spiegato come gli inviati non abbiano svelato l’abitazione della donna e di suo figlio, proprio per rispettare la loro privacy e la loro quiete e di come non scadano mai nello sciacallaggio e nella caccia alla notizia a discapito delle persone e delle vittime.