Charlène di Monaco, l’indizio tremendo sul ritorno: “Cosa l’attende a casa”

0
15887

La principessa Charlene di Monaco, che a ottobre dovrebbe tornare a casa dopo i lunghi mesi trascorsi in Sudafrica, ha un nuovo importante incarico da rivestire. 

Il rientro nel Principato è ancora lontano (si parla di ottobre, senza ancora una data esatta), ma Charlene di Monaco ha già una prestigiosa poltrona che l’attende. Dopo i mesi difficili trascorsi in Sudafrica, la principessa triste sarà vicepresidente della Croce Rossa monegasca. Un importante incarico al quale è appena stata nominata.

I nuovi impegni monegaschi di Charlène di Monaco

Charlène Wittstock rivestirà il nuovo ruolo al fianco del marito Alberto, che è presidente della stessa Croce Rossa da quando ha raccolto il testimone dalla madre Grace Kelly, scomparsa nel 1982. Un riconoscimento di non poco conto per l’ex nuotatrice e che contribuisce a smorzare le insistenti voci su una presunta crisi matrimoniale in atto.

Leggi anche –> Charlene di Monaco, l’attacco di Alberto: ora emerge tutta la verità

Leggi anche –> Charlene Di Monaco, il grave sospetto su Alberto: la nuova vita con la ex

La nomina di Charlène è stata ufficializzata lo scorso 1° agosto e il nome della principessa ora figura anche sul sito della Croce Rossa monegasca, alla voce Consiglio di amministrazione, accanto a quello di altri membri, come la nipote Camille Gottlieb, ultima figlia di Stéphanie di Monaco, a capo del dipartimento per il futuro dello stesso ente. L’incarico scadrà nel 2024 (è triennale) e ha un alto valore simbolico: a Monaco la Croce Rossa è storicamente un’istituzione: Fondata nel 1948 da Luigi II, bisnonno di Alberto, è da sempre impegnata a sostegno di tante cause umanitarie e benefiche.

Intanto la Nostra continua a battersi per la tutela dei rinoceronti in Sudafrica. È di appena un giorno fa l’ultimo suo post sui social contro l’eccidio dei rinoceronti per il traffico illegale dei corni. E giovedì scorso, sempre via social, la principessa triste ha ricordato la cena di gala organizzata dalla Fondation Prince Albert of Monaco, quest’anno dedicata alla tutela degli oceani.