Christian De Sica, la verità sullo zio Ramón Mercader: era una spia russa?

0
39574

Christian De Sica è un amatissimo attore, ma forse non tutti sanno che suo zio ha un passato misterioso. Ecco chi era Ramón Mercader.

Christian de sica

Se si guarda all’albero genealogico di Christian De Sica bisogna premettere una cosa. Come lui stesso ha dichiarato in varie interviste, Mercader era lo zio di sua madre.

Se si guarda invece ai fatti storici si può fare chiarezza su questo personaggio. Mercader del Rio è stato un agente segreto che ha operato nel NKVD, cioè il commissariato del popolo per gli affari interni. L’uomo è passato alla storia per aver uccido Lev Trockij.

Christian De Sica: ecco chi era davvero suo zio

De Sica non ha mai fatto mistero di questo zio e ne ha parlato in alcune interviste. Ecco come lo descrive l’attore: “Era un aristocratico che ad un certo punto è diventato comunista. Poi l’hanno mandato in Messico ad ammazzare Trockij”. La cosa curiosa è che su questo fatto hanno girato anche un film.

Leggi anche -> Maneskin, la folle accusa di aver sniffato droga in mondovisione

Sempre in base ai racconti di De Sica pare che sua madre ci scherzasse molto su questo fatto. “Era una donna d’altri tempi, molto simpatica e spiritosa, completamente incosciente”. Battute a parta, come ha fatto Mercader a uccidere Trockij?

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

In base alle ricostruzioni l’uomo assunse due false identità: Jacques Mornard e poi Frank Jackson. Riuscì ad avvicinare il potente conoscendo la sorella, Sylvia Angeloff. Grazie a questa conoscenza riuscì a introdursi nella residenza ma durante l’operazione fu catturato e condannato per omicidio.

Leggi anche -> Aka7even, il dramma del coma: “Per i medici non mi sarei più svegliato”

Una storia che ha dell’incredibile se si pensa a cosa fa oggi l’attore. Forse nessuno avrebbe mai immaginato che il nome di un attore e comico potesse essere messo a fianco di quello di una nota spia russa. Questo è certamente un aneddoto che non si sente raccontare da chiunque.

Christian De Sica