Denise Pipitone, spunta una foto incredibile: “Eccola con sua figlia”

0
10903

Nel corso dell’ultima puntata di Ore 14 è stata mostrata la foto di una ragazza con sua figlia: la somiglianza con Denise Pipitone è impressionante. 

Forse Denise Pipitone è ancora viva, e addirittura ha una figlia. E’ la sensazionale rivelazione che l’ex pm Maria Angioni ha affidato a Storie Italiane, poi ripresa anche da Milo Infante a Ore 14 su Rai 2. Con tanto di foto della presunta Denise – la somiglianza è impressionante – e di quella che potrebbe essere la sua bambina. Il condizionale è ancora d’obbligo, ma il caso irrisolto della bimba scomparsa da Mazara del Vallo quasi vent’anni fa torna ancora una volta sotto i riflettori.

La nuova pista nel caso di Denise Pipitone

Come detto, dopo i falsi allarmi e le speranza deluse anche nelle scorse settimane, la cautela è massima. “Non possiamo mostrarvi i volti di questa famiglia – ha spiegato Milo Infante nel corso della sua trasmissione -. Devo dire però che la bambina piccola ha una somiglianza straordinaria con la piccola Denise Pipitone. Questa a destra secondo la fonte mia e di Frazzitta (il legale di Piera Maggio, mamma di Denise, ndr) sarebbe proprio Denise. Abbiamo fatto degli accertamenti per capire chi c’è dietro alle segnalazioni che ci sono arrivate”.

Leggi anche –> Denise Pipitone, rivelazione dell’ex Pm: “L’ho trovata, ha una figlia”

“Abbiamo verificato la foto che ci ha dato una fonte, che è arrivata in Procura grazie alla segnalazione di un magistrato – ha sottolineato ancora il conduttore -. Vi assicuro che la bambina è molto somigliante”. Va da sé che una per quanto significativa somiglianza è troppo poco per giungere a conclusioni affrettate, ma le parole della ex pm stanno facendo molto rumore.

Leggi anche –> Denise Pipitone, la telefonata della zia all’ex: “Tu sai dov’è la bambina”

“Invitiamo tutti, giornalisti, magistrati o avvocati, alla massima cautela – ha rimarcato l’avv. Giacomo Frazzitta – nel momento in cui si diffondono notizie che possono essere infondate o contenenti elementi non riscontrati o non riscontrabili e che possono costituire un ostacolo al lavoro della Procura di Marsala”.

“Non vediamo tuttavia la necessità di fornire informazioni particolarmente dettagliate – ha aggiunto il legale -, perché ancora al vaglio della magistratura. Anche perché informazioni provenienti da un magistrato che nella sua funzione potrebbe avere un canale privilegiato con i suoi colleghi”.