Denise Pipitone, la testimonianza del pm Angioni: “E’ viva e potrebbe tornare”

0
4611

Il pm Angioni ha ribadito a Storie Italiane che a suo avviso Denise Pipitone potrebbe essere viva e potrebbe tornare dai genitori.

Denise PipitoneIl caso sulla scomparsa di Denise Pipitone ha ricevuto negli ultimi mesi nuova linfa. Tutto è partito dalla segnalazione di Olesya in Ucraina. Sebbene la ragazza non fosse la bimba scomparsa nel 2004 a Mazara Del Vallo, l’attenzione mediatica sul caso è tornata come 17 anni fa e anche le indagini hanno ripreso vigore. I Carabinieri hanno recentemente perquisito l’abitazione di Anna Corona e stanno investigando sul rapporto che c’è tra la donna e Beppe Della Chiave.

Proprio la posizione di Anna Corona in questi giorni è tornata in discussione per via delle dichiarazioni della collega, la stessa che nel 2004 aveva affermato di essere stata con lei tutto il pomeriggio. La donna, infatti, ha ammesso di aver firmato al suo posto il foglio d’uscita poiché Anna quel giorno è andata via prima con i figli. Dubbia è anche la relazione che questa aveva con Beppe Della Chiave. L’uomo nel 2004 ha detto di non conoscerla, ma pare che non sia così.

L’inviata di Storie Italiane questa mattina ha spiegato: “Un testimone che è voluto rimanere anonimo ci ha raccontato che si conoscevano da molto tempo, era un’amicizia particolare. Si riunivano tutti insieme nella casa di via Rieti. In passato hanno perfino vissuto nello stesso palazzo in via Itria, sullo stesso pianerottolo”. Lo stesso testimone ha anche dichiarato che la madrina di Jessica Pulizzi sarebbe la cognata dell’uomo.

Leggi anche ->Denise Pipitone, troupe di Chi l’ha visto aggredita a Mazara del Vallo

Denise Pipitone, il pm Angioni crede che possa essere ancora viva

L’altro elemento interessante emerso in queste settimane è la testimonianza di Battista Della Chiave, lo zio di Beppe. L’uomo sordomuto ha dichiarato di aver visto la bambina poco dopo il rapimento ed ha rivelato che due uomini l’avrebbero fatta salire su una barca a remi. Una testimonianza che il pm Maria Angioni (titolare del caso nel 2004) ritiene affidabile: “Il racconto di Battista Della Chiave che io considero attendibile, ci sta. Due persone nel magazzino che hanno portato via Denise con una barca a remi. La testimonianza era genuina”.

Leggi anche ->Denise Pipitone, l’avvocato rivela: “Ci sono 7 persone che sanno tutto”

La stessa Angioni ha poi ribadito la sua posizione sulla vicenda, ovvero che un secondo gruppo di persone l’abbia sottratta ai primi rapitori per trarla in salvo da una fine prematura. A tal proposito il pm ha dichiarato: “Io penso che ci sia stato un accordo, la bambina è viva e sta da qualche parte. L’ha salvata qualcuno che le voleva bene. È una mia ipotesi criminologica da tutto quello che è emerso. Io spero nel ritorno della bambina. I rapitori la potrebbero lasciare da qualche parte e chiamare”.