Donatella Rettore, la lotta al tumore e la grave accusa: “Sono degli assassini”

0
2034

Donatella Rettore è tornata a parlare recentemente della sua lotta al tumore ed ha lanciato una pesante accusa: a chi è rivolta?

All’imminente Festival di Sanremo ci saranno tanti volti nuovi, ma anche alcuni grandi del passato. Donatella Rettore rappresenta in un certo senso sia il nuovo che il vecchio, visto che si esibirà in coppia con Ditonellapiaga, giovane cantautrice romana che dall’iconica artista ha ereditato l’ironia e la voglia di provocare. Per l’artista affermata questa collaborazione e la partecipazione al Festival della musica italiana rappresentano un’iniezione di energia e speranza, qualcosa di cui aveva bisogno dopo il dramma vissuto lo scorso anno.

Donatella RettoreAd inizio 2021, infatti, la Rettore ha scoperto di avere un tumore al seno. Inizialmente ha pensato e sperato che si trattasse di un tumore benigno e che la rimozione della massa tumorale fosse l’unico passo da affrontare. Purtroppo, però, si trattava di neoplasia maligna molto aggressiva ed è stato necessario un secondo intervento ed un periodo di chemioterapia e radioterapia.

Intervistata da ‘Diva e Donna‘, la cantante ammette che in quel periodo ha provato una forte paura: “Mi sono spaventata da morire. Per fortuna i medici lo hanno preso in tempo”. Insomma tutto si è risolto nel migliore dei modi possibili, tuttavia, Donatella approfitta dell’intervista per comunicare un messaggio che ritiene importante specialmente in questo periodo.

Leggi anche ->Doc-Nelle tue mani, il dramma di Alice Arcuri: “La grave malattia rara”

Donatella Rettore contro i No Vax: “Sono degli assassini”

Donatella Rettore, infatti, ha passato un periodo molto duro in ospedale non solo per il problema personale, ma anche perché in struttura non si faceva altro che parlare di Covid e di quanti casi al giorno si verificavano all’interno dell’ospedale. Il suo timore, essendo immunodepressa, era che qualcuno potesse contagiarla e che questo le potesse essere fatale. Un timore che hanno provato in questi due anni tutti coloro lottano contro un tumore o contro una malattia grave.

A tal proposito la cantante ha detto: “Ma i no vax si rendono conto che sono degli assassini?!? Che per curare loro, specie i non vaccinati che finiscono in terapia intensiva, i malati oncologici e gli altri non trovano spazio?” e ancora la cantante aggiunge: “Parlano di libertà ma solo loro che ci privano del nostro diritto alle cure”.

Leggi anche ->Emma Marrone, il duro sfogo: “Ogni volta siamo sante o p….”

Per fortuna, paura e rabbia a parte, tutto è andato per il meglio e Donatella si potuta riprendere in totale serenità in casa. L’artista spiega che la convalescenza è stato un periodo buono per lei, non solo perché il peggio era passato, ma anche perché ha la fortuna di avere una casa con giardino nel quale passare le giornate e godere del verde.