Dramma Rosa Perrotta, paura per il figlio: rischiato danni cerebrali

15
1057

L’ex protagonista di ‘Uomini e Donne’, Rosa Perrotta, ha rivelato ai propri fan di aver temuto per la vita del figlio la scorsa notte.

La fidanzata di Pietro Tartaglione, Rosa Perrotta, nelle scorse ore ha condiviso con i fan il terrore provato quando il figlio Domenico Ethan ha accusato un forte malore. Il piccolo ha avuto una forte febbre, in seguito alla quale ha subito un collasso ed è svenuto. L’ex dama di ‘Uomini e Donne’ ha spiegato di aver provato attimi di terrore nel vedere il bambino svenuto e di aver fatto un corsa al Pronto Soccorso.

I medici che hanno preso in cura il bambino gli hanno somministrato una dose di cortisone e sembrava che il pericolo fosse rientrato, finché Domenico Ethan non ha avuto delle crisi che hanno fatto temere il peggio: il piccolo, in preda al dolore e alla febbre, ha cominciato ad urlare e dimenarsi, senza che nessuno riuscisse a placarlo. In quel momento Rosa ha temuto il peggio: “Ero preoccupata che questa febbre avesse potuto provocare danni cerebrali importanti”.

Leggi anche ->Sara Scaperrotta rompe il silenzio: “Ecco la verità su Zaniolo”

Rosa Perrotta, come sta adesso il figlio Domenico Ethan

Proprio le crisi di panico avute dal bambino hanno spaventato l’ex dama, la quale, sebbene fosse da poco rientrata dal pronto soccorso, si è decisa a chiamare il 118 per farlo visitare. I paramedici giunti in casa sua lo hanno visitato e le hanno spiegato che la crisi era una reazione al cortisone che sarebbe rientrata con il passare del tempo.

Leggi anche ->Sonia Bruganelli mai vista così: Paolo Bonolis senza parole

Per fortuna, secondo quanto raccontato dalla Perrotta, in effetti il bambino alla fine si è calmato da solo, senza alcun intervento. Proprio l’influencer ci ha tenuto a rassicurare i fan che adesso il figlio sta molto meglio e si è ripreso. Ciò nonostante ha confessato che quella appena passata è stata: “La nottata peggiore della mia vita“.

15 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here