Eleonora Daniele sconvolta per la morte: “Non possiamo accettare questo”

4
368

Il dramma in corso riguarda tutte le donne e non lascia indifferente Eleonora Daniele. Ecco il suo messaggio molto toccante che ha scosso le coscienze di tutti.

Quel che sta succedendo in Afghanistan è un dramma umanitario senza precedenti che si consuma sotto gli occhi – spesso indifferenti – del resto del mondo. La condizione delle donne afghane, in particolare, desta enorme preoccupazione. Su di loro si sta scaricando la barbara furia dei talebani, dopo che questi ultimi hanno preso possesso del paese. Eleonora ha voluto ricordarlo con un toccante messaggio per tenere alta l’attenzione su un’emergenza che sta inesorabilmente riportando indietro le lancette della storia.

L’amaro sfogo di Eleonora Daniele

“È stata barbaramente uccisa all’interno della sua abitazione a Firozkoh, nella provincia di Ghor (Afghanistan), l’ex agente di polizia Banu Negar, incinta di sei mesi e già madre di un altro bambino”: così esordisce Eleonora Daniele nell’ultimo lungo post pubblicato sul suo seguitissimo profilo Instagram. La popolare conduttrice, che è anche una moglie e un mamma attenta e premurosa, non può tacere di fronte a tanta efferata violenza.

Leggi anche –> Eleonora Daniele perde 20Kg in poco tempo, come ha fatto dopo la gravidanza

Leggi anche –> Tommaso Claudi, chi è il console italiano in Afghanistan: la sua storia

“A commettere il crimine – prosegue Eleonora Daniele -, secondo quanto riferito dal giornalista afghano Bilal Sarwary e dalla Bbc, un gruppo di sicari inviato dai talebani, che avrebbero deciso di perseguitare i poliziotti appartenenti al vecchio regime di Ashraf Ghani”. Scene che in Afghanistan, purtroppo, stanno diventando di ordinaria quotidianità.

E noi – è il messaggio di Eleonora Daniele – non possiamo accettarlo: guardare come nulla fosse, o voltarsi dall’altra parte, farebbe del resto del mondo un complice silente.  “Credo che il volto di questa donna debba rimanere impresso nelle nostre menti perché non si può essere indifferenti – conclude la conduttrice -. Non possiamo pensare di essere liberi finché accadono reati simili . Non possiamo accettare tutto questo e rimanere in silenzio”.

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here