Gianni Morandi, quel buco nero nel passato: la sconvolgente confessione

0
337

Dietro al sorriso contagioso e all’inesauribile energia di Gianni Morandi ci sono ferite e dolori di cui l’artista, ora, parla a cuore aperto… 

Dopo lo straordinario successo ottenuto all’ultimo Festival di Sanremo, Gianni Morandi ha nuovamente attirato su di sé i riflettori in qualità di ospite fisso del Jovanotti Beach Party, l’evento musicale più chiacchierato (non senza polemiche a sfondo ambientalista) di questa calda estate. E con l’occasione, inaspettatamente, il cantante più evergreen d’Italia si lascia andare a un’intima e toccante confessione.

gianni morandi

Gianni Morandi tra luci e ombre

Gianni Morandi ha affidato le sue rivelazioni all’ultimo numero del settimanale Oggi, raccontando come l’amicizia personale e la collaborazione professionale con Lorenzo Cherubini siano stato un toccasana (anche) per il suo morale, in un momento critico della sua vita.

“Lorenzo per me è stato una botta di giovinezza” ha spiegato Morandi. “Ho vissuto un momento difficile e lui è arrivato nella mia vita come un regalo”. Il pensiero va naturalmente al 2021, quando un incidente alla mano che ha costretto il cantautore a trascorrere un mese in ospedale. Quella telefonata di Jovanotti è stata una piacevole quanto insperata sorpresa: “Io ero giù di corda, abbattuto. Mi ha proposto questa canzone ‘L’allegria’. Sono uscito dall’ospedale e l’abbiamo incisa a Milano”.

Poi il viaggio a Cortona per ringraziare Jovanotti di persona, la conoscenza della sua famiglia e la nascita di un’amicizia speciale. “Mi riconosco in lui, siamo positivi, ci piace stare con la gente – continua Gianni Morandi -. Sul palco basta uno sguardo per capirci”. E presto il Nostro pubblicherà il brano “La ola”, scritto proprio da Jovanotti. Inoltre, a dicembre prossimo il cantautore sarà protagonista di uno show in prima serata su Rai 1 in occasione dei suoi sessant’anni di carriera.

L’artista è poi tornato col pensiero ai suoi esordi nel mondo della musica: “Tanta gente cantava meglio di me, scriveva meglio di me, stava sul palco meglio di me e non ha mai avuto quello che ho avuto io”, ha ricordato. “Non sono mai stato il più bravo”. Eppure, non sarà un caso se dopo tanti anni di carriera continua a essere amatissimo dal pubblico. Merito anche, indirettamente, della moglie Anna Dan, sposata dal 2004 dopo il classico colpo di fulmine: è lei che lo sostiene in ogni sua scelta e lo accompagna in ogni momento. Ma questa è un’altra storia…