Luca Zingaretti, piangono tutti in Italia: Montalbano non c’è più, l’annuncio dell’attore

0
570

Il Commissario Montalbano andrà avanti senza Luca Zingaretti? Cosa sappiamo sull’indiscrezione che riguarda l’attore laziale.

Quello che stiamo vivendo è un periodo particolare per quanto riguarda i contenuti televisivi. Mai come in questo momento c’è stata abbondanza di serie tv e film, eppure si ha la netta sensazione che non vi sia nulla di realmente nuovo e che si vada avanti per inerzia. Questo perché molti contenuti sono derivativi, ma anche perché nel mezzo delle nuove produzioni ad andare bene sono spesso sempre le stesse, quelle che ormai esistono da decenni e possono contare su una fan base affezionata.

La dimostrazione di quanto stiamo dicendo l’ha data Don Matteo. Quest’anno il pubblico avrebbe potuto reagire, dare un segnale chiaro alla produzione che sta togliendo dalla serie il protagonista da cui prende il nome. Continuare Don Matteo senza Don Matteo è abbastanza un paradosso, eppure sembra che il pubblico non sia interessato a questa cosa e che basta che si va avanti e c’è un protagonista carismatico – in questo caso Raoul Bova – tutto va bene.

Commissario Montalbano(1)Quacosa di simile era successo qualche anno fa – ovviamente con le dovute proporzioni – con la fiction Un Passo dal Cielo, quando lo stesso Terence Hill aveva lasciato ed il suo ruolo era stato preso da Daniele Liotti. Nei prossimi mesi la stessa scelta si ripeterà con Che Dio ci aiuti, dove vedremo l’addio di Elena Sofia Ricci, e con lo stesso Un Passo dal Cielo, dove anche Liotti andrà via per fare spazio a qualcun altro.

Commissario Montalbano, via Zingaretti per continuare come con Don Matteo?

Appare evidente insomma che il pubblico si affezioni al contesto narrativo e ai personaggi secondari abbastanza da voler vivere avventure in quel mondo anche senza il protagonista principale. Dato che la cosa funziona, un telespettatore si chiede perché la Rai non faccia lo stesso anche con il Commissario Montalbano. Sappiamo infatti che Luca Zingaretti vuole girare gli ultimi due episodi e poi chiudere una volta per tutte con la serie tv che gli ha dato la notorietà.

Il telespettatore, convinto che il pubblico seguirebbe un Montalbano senza Zingaretti ha chiesto a Maurizio Costanzo (curatore della rubrica tv del settimanale Nuovo) perché la Rai non proceda oltre Zingaretti. Il conduttore spiega al lettore che le puntate di Montalbano sono tratte dai romanzi di Andrea Camilleri e che ne sono rimasti solo due da trasporre in una puntata. Essendo la serie legata a doppio filo alla penna di Camilleri e non volendo tradire questo legame diretto con lo scrittore, la produzione ha deciso di trasporre gli ultimi romanzi e abbandonare.

Probabilmente Rai Fiction aveva un accordo di questo tipo con il compianto scrittore siciliano e vuole, oltre che deve, rispettarlo. Niente vieta in futuro, previo accordo con gli eredi dello scrittore, di ripartire dal primo racconto con un reboot della serie e con un nuovo protagonista e magari con un legame meno stringente con i racconti, dai quali potrebbe prendere ispirazione ma senza necessariamente doverli trasporre fedelmente.