Luca Zingaretti rompe il silenzio, tutti in lacrime per lui dopo l’annuncio

0
394

Dopo una lunghissima attesa, Luca Zingaretti ha rotto il silenzio: le prossime puntate del Commissario Montalbano sono confermate?

Ad aprire la lunga stagione delle fiction Rai di successo è stata la serie sul Commissario Montalbano. Prima della trasposizione televisiva dei romanzi di Andrea Camilleri, infatti, la Rai produceva poche fiction, ma già dall’anno prima l’emittente statale aveva cominciato a produrre con maggiore continuità e ottenuto i primi riscontri positivi quando era uscita la prima stagione di Un Medico in Famiglia (altro grande successo della Rai).

Luca ZingarettiIl 1999 però è stato l’anno della svolta, quello dei grandi successi. Nell’ultima stagione del vecchio millennio, infatti, sono uscite due serie che avrebbero fatto la storia della Rai e della televisione italiana, dimostrando che le produzioni interne potevano essere trainanti per gli ascolti televisivi. Stiamo parlando chiaramente di Don Matteo e del Commissario Montalbano, le uniche due serie che ancora oggi sopravvivono e hanno un seguito clamoroso.

Come detto, però, quella tratta dai romanzi di Camilleri è stato il primo grande successo. La fiction sul Commissario Montalbano è stata la prima ad essere esportata fuori dall’Italia e ad avere un successo internazionale. Ad oggi è anche la serie Rai con record di ascolti, basti pensare che l’ultima puntata –Il Caso Catalanotti – è stato trasmesso lo scorso anno ed ha ottenuto uno share del 38,4%, con oltre 9 milioni di telespettatori incollati allo schermo, numeri che non raggiunge nemmeno il Festival di Sanremo (Persino la tanto celebrata Doc si è fermata a 6 milioni di spettatori).

Commissario Montalbano, Luca Zingaretti rompe il silenzio sulle ultime due puntate?

Il successo strepitoso e forse irripetibile della ficion sul poliziotto più amato d’Italia è strettamente legato alla vena artistica di Andrea Camilleri. Lo scrittore siciliano all’inizio seguiva con grande attenzione le trasposizioni, assicurandosi che la sua opera venisse riprodotta nella maniera più fedele possibile. La morte dello scrittore ha chiaramente bloccato il flusso di scrittura e dunque la serie può contare solamente su altri due romanzi.

In parte per non snaturare la serie, in parte per rispetto dell’artista, la Rai e tutti quelli coinvolti nel progetto hanno deciso di non proseguire la narrazione su Montalbano senza Camilleri. Verranno prodotte le ultime due puntate basandosi sugli ultimi due romanzi a disposizione, dopo di che la serie potrà dirsi conclusa. I fan sono d’accordo con questa scelta, ma vorrebbero vedere le ultime due puntate. Da un anno circa, però, non ci sono informazioni certe a riguardo.

Di recente l’attore Angelo Russo (Catarella), ha confermato che le due puntate si faranno, ma non ha saputo dare tempistiche certe. Tutto è nelle mani di Luca Zingaretti che da quando è morto il regista Sironi, si occupa anche della sceneggiatura e della regia. Per questo l’ultimo post dell’attore ha fatto volare in alto la fantasia dei fan. Zingaretti su Instagram scrive: “Troppo caldo, mi do alla scrittura”. Subito si è pensato che si stesse dedicando proprio alle puntate di Montalbano, ma si tratta solo di supposizioni.

Il 4 luglio sono stati presentati i palinsesti Rai per la prossima stagione e quattro serate saranno dedicate al Commissario Montalbano. L’esultanza è stata smorzata quando si è capito che le quattro serate saranno dedicate alla messa in onda delle prime quattro puntate restaurate. Insomma se queste ultime avventure dell’amato commissario andranno in onda, non le potremo vedere prima della stagione televisiva 2023/2024.