Marco Mengoni fidanzato col famoso collega? Spunta tutta la verità

0
1300

Nei mesi scorsi si è mormorato di una relazione sentimentale tra Marco Mengoni e il collega Mahmood. Ecco gli ultimi gossip rosa sul cantante di Ronciglione. 

La vita privata di Marco Mengoni è oggetto di interesse e attenzione tanto quanto il lato pubblico e artistico. Anzi, forse addirittura di più. Stiamo parlando di un giovane talento musicale che ha venduto milioni e milioni di copie, indubbiamente bello e dotato di un fascino magnetico, la cui chiacchieratissima (ma mai sbandierata) omosessualità non fa che aggiungere pepe al gossip rosa sul suo conto. Per chi batte il cuore dell’artista di Ronciglione?    marco mengoni

L’amore segreto di Marco Mengoni

Nei mesi scorsi si è parlato molto di una presunta relazione di Marco Mengoni con Mahmood, ma le indiscrezioni al riguardo non sono mai state confermate. In seguito il magazine Chi lo aveva fotografato in compagnia di un ragazzo misterioso per le vie di Milano, ma anche in quel caso nulla di certo o ufficiale. In passato l’artista aveva confidato al Corriere della Sera: “La mia vita privata sui social non mi va di mettercela, se è privata non mi va di mettere in mezzo persone che non c’entrano con la mia fama. Io faccio questo mestiere e io devo essere fucilato in piazza, ma non voglio che i miei cari siano massacrati. Ci tengo a proteggere le piante, figurarci le persone che mi stanno accanto”.

Eppure, molti continuano a sostenere che Marco Mengoni abbia trovato la pace del cuore e dei sensi al fianco di Mahmood, un cantante conosciuto dal grande pubblico (anche) in quanto vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo. Resta il fatto che Mengoni è un tipo riservatissimo e non ha mai parlato pubblicamente della propria vita privata, né si è mai pronunciato troppo esplicitamente sul suo orientamento sessuale.

Sempre parlando con il Corriere della Sera Marco Mengoni ha chiarito che preferisce parlare e far parlare di sé attraverso la musica, più che sulle pagine delle riviste di gossip: “Non contemplo paletti e muri – ha confidato -, non mi accorgo della tonalità della carnagione o della scelta di amare un uomo o una donna. Ma la mia vita privata è mia, se ti va di sentire la mia gioia, il mio dolore, ti senti i miei dischi. Io voglio vivere questa vita il meglio possibile, purtroppo noi trentenni, anch’io, abbiamo difficoltà a viverla, con questo tempo che corre troppo veloce”. Il gioco dell’identikit fa avanti…