Maria Falcone, chi è la sorella del giudice Giovanni Falcone

0
3369

Maria Falcone è la sorella del giudice Giovanni Falcone. Scopriamo di più su di lei: carriera, attivismo, curiosità. 

Maria Falcone

Maria Falcone è la sorella del grande giudice Giovanni Falcone scomparso tragicamente il 23 maggio 1992. L’attento è costato la vita non solo a Falcone ma anche alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Questo 23 maggio segna esattamente 29 anni dal quel tragico giorno. Chiunque si ricorda della carica esplosiva che ha disintegrato il tratto di autostrada Palermo-Mazara. Uno dei giorni più bui della storia italiana. Un giorno che Maria Falcone, in quanto attivista antimafia, non ha mai fatto dimenticare.

Maria Falcone: ecco tutto quello che c’è da sapere su di lei

Classe 1936, Maria Falcone è nata il 30 aprile a Palermo. Ad oggi è una docente e attivista italiana. E’ a lei che si deve l’istituzione della Fondazione Falcone.

Leggi anche -> Serena Mollicone, chi era la 18enne uccisa ad Arce: i misteri irrisolti

Dal giorno della scomparsa del fratello ha portato avanti diversi progetti di educazione alla legalità nelle scuole e nelle università. Le sue iniziative riguardano anche l’esterno dove non manca di ricordare il giudice Falcone.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Anche quest’anno Maria Falcone è scesa in prima linea per ricordare la strage di Capaci. Quest’anno lo slogan utilizza la parola “Capaci” nella frase: “Di cosa siamo Capaci“. Una frase che punta a mettere in luce le persone che si sono distinte anche nei momenti più bui del Paese. “La bellezza e la cultura sono armi importanti con la paura e l’omertà”, ha detto la Falcone.

Leggi anche -> Denise Pipitone, lo sfogo di Piera Maggio: “Ci chiederanno scusa”

Sfortunatamente quest’anno non ci sarà la Nave della legalità a causa del Covid. Durante la mattinata si è esibita un’orchestra di studenti dell’Istituto Regina Margherita. La giornata di oggi si concluderà prima con il Silenzio e la lettura dei nomi delle vittime delle stragi di Capaci e Via d’Amelio e poi con una messa in suffragio.

Maria Falcone