Michele Merlo, svolta nelle indagini: aperto fascicolo per omicidio colposo

1
800

Continuano le indagini sulla morte del cantante Michele Merlo: emersa possibile responsabilità per errata diagnosi precedente al malore.

Michele MerloMichele Merlo, cantante diventato noto grazie alla partecipazione al talent Amici, è morto lo scorso 6 giugno in casa della fidanzata. Ad ucciderlo è stata un’ischemia cerebrale causata da una leucemia fulminante. Una tragedia incredibile che ha assunto i contorni del giallo per via di una dimissione dall’ospedale di Bologna avvenuta solamente qualche giorno prima.

Il ragazzo aveva delle placche alla gola, si sentiva molto male e durante il ricovero in pronto soccorso gli è stata diagnosticata una semplice faringite da curare con un antibiotico. Dunque dopo la tragica morte del ragazzo si è ipotizzato che i medici avessero avuto un comportamento negligente e che quindi ci fosse una loro responsabilità nel decesso del cantante.

In seguito al decesso la famiglia dell’artista ha depositato una memoria dai Carabinieri e questi hanno aperto un fascicolo di indagine a carico dell’ospedale emiliano e a carico dell’ospedale di Cittadella in cui il ragazzo si era recato il mese precedente a causa di problemi fisici e dei lividi apparsi sulle gambe senza che avesse subito traumi da impatto e che con il passare dei giorni si erano allargati.

Leggi anche ->Alberto Matano stupisce tutti: le parole inattese dedicate alla collega

Michele Merlo, svolta nelle indagini: aperto fascicolo per omicidio colposo 

Dopo aver esaminato i fatti e le prove, i giudici incaricati di esaminare il caso hanno ritenuto che i medici dell’ospedale di Vergato e quelli dell’ospedale di Bologna, in cui era stato trasferito in ambulanza proprio da Vergato, non abbiano avuto alcuna responsabilità nella morte del cantante. In quei giorni le condizioni di Michele Merlo erano già troppo gravi ed i medici non avrebbero in ogni caso potuto fare nulla per salvargli la vita.

Leggi anche ->Ballando con le Stelle, brutte notizie: l’annuncio di Milly Carlucci

Diverso il discorso per quanto riguarda i medici dell’ospedale di Cittadella a cui Michele si era rivolto il mese prima. Il cantante si era recato da un medico privato di Rosà e successivamente all’ospedale di Cittadella mostrando i sintomi e facendo vedere gli ematomi comparsi sulle gambe. Anche in quel caso non è stata compresa la natura del problema e la Procura di Bologna ritiene che una diagnosi corretta avrebbe potuto fare la differenza. Per questo è stato aperto un fascicolo d’indagine per omicidio colposo che è stato trasmesso alla Procura di Vicenza. Per il momento non ci sono indagati, ma le indagini proseguono.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here