É morto Gino Strada, fondatore di Emergency

0
5812

Gino Strada, uno dei fondatori dell’associazione umanitaria Emergency, è morto oggi 13 agosto 2021 all’età di 73 anni.

Arriva come un fulmine a ciel sereno la notizia della morte di Gino Strada, chirurgo di guerra e fondatore di Emergency, associazione umanitaria per la cura e la riabilitazione delle vittime di guerra. Strada aveva 73 anni e soffriva di problemi al cuore. Registrato all’anagrafe con il nome di Luigi Strada, Gino è stato un medico, attivista e filantropo italiano. Nato il 21 aprile del 1948 a Sesto San Giovanni, nel 1994 insieme alla moglie Teresa Sarti ha fondato l’associazione ONG italiana Emergency, conosciuta in tutto il mondo per l’importante lavoro in ambito umanitario contro le guerre.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Chi era Gino Strada, chirurgo fondatore della ONG Emergency

Gino Strada, è morto oggi il fondatore dell’associazione italiana Emergency

Gino Strada presentò per la prima volta Emergency durante il genocidio in Ruanda. Lui e Teresa Sarti, poi, spostarono l’associazione in Cambogia, dove restarono per diversi anni. Nel 1998 Gino partì per l’Afghanistan, e nel 1999 aprì lì un centro chirurgico per vittime di guerra; in Afghanistan rimase per circa sette anni, operando migliaia di vittime di guerra e contribuendo all’apertura di altri progetti umanitari nel Paese. Nel 2005 iniziò a lavorare per l’apertura del Centro Salam di cardiochirurgia in Sudan, e nel 2014 si trasferì in Sierra Leone per collaborare nel contenimento dell’emergenza sanitaria causata dal virus Ebola. Secondo l’ultimo bilancio pubblicato sul sito in totale Emergency ha curato più di 11 milioni di persone nel mondo.