Piero Angela, dopo l’addio arriva un’altra devastante notizia: non doveva finire così

0
1089

E’ di poche ore fa la notizia della morte di Piero Angela, storico giornalista e divulgatore della televisione italiana. Ma in rete è già partita la macchina del fango. 

Non ci sono parole di fronte agli insulti e alle offese che stanno piovendo sul web nei confronti di Piero Angela, l’indimenticabile divulgatore scientifico scomparso nelle scorse ore all’età di 93 anni, dopo una vita intera spesa al servizio della cultura. Ecco chi lo ha attaccato.

piero angela

Dopo il dolore la vergogna nel giorno dell’addio a Piero Angela

E’ stato Alberto Angela nelle scorse ore ad annunciare la triste notizia della morte del padre Piero, volto simbolo della divulgazione e della televisione italiana che da tempo lottava con la vecchiaia e la malattia. E mentre continuano ad arrivare messaggi di cordoglio e parole di stima da parte di politici di ogni colore, colleghi, telespettatori, conoscenti e amici, oltre naturalmente ai familiari, c’è anche, purtroppo, chi si è messo a insultarlo, tacciandolo di essere stato un uomo corrotto, falso e ipocrita.

Su Telegram è spuntato un messaggio a dir poco delirante, scoperto dall’inviato de “Le Iene” Gaston Zama. All’interno del canale “Radiogreg”, che conta più di 23.000 iscritti ed è un covo di complottisti dalle teorie alquanto bizzarre, per non dire di peggio, “Il Greg”, ex venditore di auto oggi residente a Tenerife, si è scagliato con particolare violenza contro Piero Angela, mostrando di non aver alcun rispetto nemmeno per la morte.

“Ci sono quei sabati che iniziano meglio di altri sabati. Se n’è andato un divulgatore scientifico, ma poi soprattutto, chi ca…o è un divulgatore scientifico?”, esordisce tale “Greg”, tra gli applausi di altri utenti. “93 anni spesi nella corruzione, nella falsità, nell’ipocrisia, a fare il servo per pochi croccantini – prosegue il delirante messaggio -. 93 anni, troppi anni, troppi danni, ma se n’è andato”. E conclude: “Questo sicuramente sarà un sabato migliore. Aspettiamo gli altri, buon weekend”. Il filmato in cui “Il Greg” massacra il defunto Piero Angela ha subito fatto il giro del web, suscitando un moto di stupore e indignazione. Tant’è.

Di tutt’altro tenore, invece, la nota diffusa dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che esprime “grande dolore” per la scomparsa di Piero Angela. “Ha segnato in misura indimenticabile la storia della televisione in Italia”, ha rimarcato il Capo dello Stato, riconoscendo al giornalista il merito di aver “avvicinato fasce sempre più ampie di pubblico al mondo della cultura e della scienza”. “Esprimo le mie condoglianze più sentite alla sua famiglia”, ha aggiunto Sergio Mattarella, “scompare un grande italiano cui la Repubblica è riconoscente”. E il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha definito Angela “un grande italiano, capace di unire il Paese come pochi. Ha reso l’Italia un Paese migliore”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pipol Cronaca (@thepipol_cronaca)