Il principe Harry soffre di una grave malattia: il triste annuncio

0
1248

Nel corso del documentario ‘The Me You Can’t See’, il Principe Harry ha parlato dei disturbi mentali di cui soffre da anni.

Se le dichiarazioni del principe Harry sulla famiglia reale britannica sono state riportate da tutti i media internazionali e ancora oggi se ne parla, le confessioni del duca di Sussex sulla sua salute mentale non hanno avuto il medesimo risalto ed anzi c’è anche chi dopo la coraggiosa testimonianza del secondogenito di Carlo ha pensato che si trattasse di una recita, che non fosse vera la malattia e il suo stato di salute precario.

Eppure Harry ha avuto il coraggio di ammettere pubblicamente qualcosa di cui per preconcetto si prova solitamente vergogna. Ancora oggi c’è lo stigma delle malattie mentali delle problematiche psicologiche e quando queste si manifestano in attacchi d’ansia, spesso la gente minimizza, colpevolizza chi li prova, gli dice di reagire, che è debole, come se la colpa fosse del soggetto e non si trattasse di una vera e propria malattia. La testimonianza del duca è tesa proprio a sensibilizzare le persone su questa tematica, fare capire che si tratta di vere e proprie malattie, di cui bisogna prendersi cura per stare meglio.

Un plauso dunque ad Harry che ha avuto il coraggio di parlarne apertamente e che ha voluto fortemente farlo in un documentario apposito ideato con Oprah Winfrey e disponibile in esclusiva su Apple Tv, intitolato ‘The Me You Can’t See‘. In questo il principe non ha solo parlato delle sue problematiche e delle origini delle stesse, ma anche acconsentito a fare filmare una delle sedute a cui si sottopone per controllare l’ansia e grazie alle quali ha superato il momento più critico.

Leggi anche ->Andrea Iannone, cos’è successo veramente con Belen: spunta retroscena

I problemi psicologici del Principe Harry

Nella prima puntata del documentario Harry di Windsor ha spiegato come i problemi siano cominciato con la morte della madre. Il principe si sentiva abbandonato, solo, incapace di reagire a ciò che gli stava capitando. Crescendo, poi, ha sviluppato la sindrome della “preda”, paura legata anch’essa al triste destino della madre: “era cacciata dai reporter mentre aveva una relazione con una persona di colore… e ho temuto che capitasse lo stesso a me con Meghan”.

Il duca ha poi spiegato che a salvarlo dagli attacchi di panico è intervenuto il proprio psicoterapeuta, il quale l’ha sottoposto ad una terapia basata sul contatto visivo e fisico: una serie di movimenti degli occhi e di tocchi con il palmo delle mani fatti insieme al terapista. La terapia serve a gestire l’attacco di panico e ritrovare il controllo attraverso questa procedura e si chiama EMDR (Eyes Movement Desensitisation and Reprocessing). Nel documentario possiamo osservare anche una di queste sedute e vedere come funziona.

Leggi anche ->La Regina Elisabetta è furiosa, la decisione improvvisa spacca la famiglia Reale

Nel corso del documentario Harry ha spiegato anche che le crisi d’ansia diventavano ingestibili ogni qualvolta tornava a Londra: “Sudavo, avevo attacchi di ansia e di panico. Ogni volta che salivo in macchina e ogni volta che vedevo una telecamera, andavo fuori di testa”. Oggi il problema è sotto controllo, nonostante provi attacchi d’ansia ogni volta che deve tornare nella capitale britannica, grazie alla terapia riesce a gestirli. Purtroppo, e chi ne soffre lo sa bene, una volta che soffri di attacchi di panico, questi tornano ogni volta che c’è uno stato di agitazione e si possono solo controllare.

Nonostante Harry abbia permesso di filmare la seduta e abbia parlato a cuore aperto, sono stati in molti coloro i quali non hanno creduto alle sue parole. Lo scetticismo su questa rivelazione è stata tale da portare a chiedere una conferma sulle condizioni di salute mentale del principe all’ex fidanzata Cressida Bonas, la quale pare abbia confermato tutto ciò che ha dichiarato il Principe.

Principe Harry