Raimondo Todaro furioso, pesanti offese in diretta: pubblico sconvolto per l’accaduto

0
228

Chi conosce Raimondo Todaro sa che il ballerino quando si arrabbia sputa fuori tutto quello che pensa senza freni né inibizioni. La cosa è accaduta di nuovo.

Allibito, ma soprattutto infuriato: Raimondo Todaro è un fiume in piena ma questa volta non c’entra nulla il mondo della danza e nemmeno quello della tv. Niente Ballando con le stelle o Amici di Maria De Filippi. La sua furia è rivolta altrove.

Il duro match Todaro vs Allegri

Non tutti sanno che Raimondo Todaro ha anche un passato da calciatore, e nutre tuttora una forte passione per il mondo del pallone, anche se ha deciso di dedicare la vita alla danza. Non a caso il ballerino e insenante di Amici tuttora gioca nella nazionale di calcio di cantanti e artisti. Ed è proprio affrontando l’argomento calcistico che si è lasciato andare a un lungo e amaro sfogo sulle “storie” del suo profilo Instagram ufficiale.

In particolare, rivolgendosi all’allenatore di calcio Massimiliano Allegri, l’artista ha tuonato: “Da insegnante/allenatore sono rimasto allibito dalle parole dell’allenatore della Juve Allegri che nel post partita con la Sampdoria critica pubblicamente il più giovane calciatore che inoltre è uno dei pochi centrocampisti di qualità della squadra”. Infatti “il mister dice: dovrebbero insegnare a questi ragazzi… ma dovrebbero chi? L’allenatore sei tu e ti pagano 9 milioni all’anno per spiegare ai ragazzi cosa fare”

Non è tutto. Il ballerino ha anche puntato l’indice su quella che definisce “la pochezza del gioco della squadra”, visto che quest’ultima viene surclassata in ogni partita da competitor mediocri. Oltretutto, Raimondo non ha affatto digerito alcune uscite dell’allenatore in merito al fatto che gli schemi non sono importanti e che la differenza la fanno solo i giocatore di qualità. “Ma allora tu in allenamento tutti i giorni che fai?”, ha domandato caustico.

E per concludere la stoccata finale da Bar dello Sport (sia detto senza offesa): Raimondo Todaro cita una lunga serie di calciatori bravissimi come Buffon, Chiellini, Bonucci, Barzagli, Pirlo, Pogba, Vidal, Marchisio, Evra, Dani Alves, Higuain, Dybala, Tevez, Morata, Mandzukic, e pontifica: “Con loro potrebbe allenare pure mia nonna”. A buon intenditore…

allegri