Samuel Peron, il ballerino disperato: gli è successo qualcosa di terribile

0
364

Il noto ballerino Samuel Peron non è mai stato così triste e affranto: ha appena perso la persona a cui deve veramente tutto…

“Ha sempre creduto in me”. Lo ripete come mantra Samuel Peron, il giovane ballerino noto al pubblico di Ballando con le Stelle (e non solo), ricorda l’amatissima mamma da poco scomparsa. In un’intervista sulle pagine dell’ultimo numero di DiPiùTV l’artista, presenza fissa a Oggi è un altro giorno dove riveste il ruolo di “affetto stabile”, alza finalmente il velo sui suoi sentimenti più autentici.

samuel peron

Il cuore straziato di Samuel Peron

Il popolarissimo ballerino del programma di Rai 1 ha ricordato nella sua ultima intervista la mamma Gianna, scomparsa da poco a causa di una terribile malattia. “Ho il cuore straziato – ha ammesso -. Mia mamma ha sempre creduto in me, ora non vorrebbe vedermi piangere”. Ma è difficile trattenere l’emozione in casi come questi. “A lei devo tutto, è stata proprio lei a spingermi a diventare ballerino facendomi ‘guarire’ dalla timidezza”, aggiunge Samuel Peron rivolgendosi sempre alla mamma.

Il protagonista di Ballando con le stelle ha definito sua madre una donna “positiva, affabile e piena di grinta”. E che soprattutto lo ha sempre esortato a cercare la sua strada senza mai rassegnarsi o darsi per vinto. Naturalmente Samuel ha incontrato ostacoli e problemi lungo il percorso, ma lei non gli ha mai permesso di piangersi addosso e lo ha spronato a reagire, sempre.

Non solo: nella parte conclusiva della sua intervista, il ballerino ha rivelato che è sempre merito della mamma se fin da piccolo ha iniziato a farsi le ossa partecipando a vari programmi televisivi allora “cult”, come “Sabato al circo” condotto da Gerry Scotti e “Bravo bravissimo” di Mike Bongiorno. Solo da grande, invece, è arrivata per lui la preziosissima opportunità di Ballando con le stelle, dove lo ritroveremo il prossimo autunno in occasione della diciassettesima edizione.

Ancora a proposito della mamma, il Nostro ha confessato: “Mi manca tanto. Non avrei potuto desiderare una madre migliore”. La signora Gianna, si apprende dalla stessa rivista, viveva in Veneto e, come suo marito, era una rappresentante di commercio. Si è spenta a causa di una malattia che se l’è portata via in pochissimo tempo, lasciando un vuoto incolmabile in tutti coloro che l’amavano e l’apprezzavano.