Selvaggia Lucarelli disgustata: “Mancanza totale di educazione”

0
3948

Selvaggia Lucarelli ha testimoniato con una serie di foto della via in cui abita alcuni esempi di inciviltà e mancanza di educazione civica.

Chiamatela deformazione professionale o senso del dovere, ma Selvaggia Lucarelli non si limita al luogo di lavoro e ai suoi articoli per denunciare fatti o comportamenti non corretti. La giornalista, infatti, utilizza spesso la propria pagina Instagram per denunciare violazioni che sono sotto gli occhi di tutti e denotano sia una mancanza di civiltà che un certo grado di omertà condiviso da parte di alcuni cittadini.

In questo anno e mezzo di pandemia, ad esempio, il profilo Instagram di Selvaggia Lucarelli è stato spesso riempito di immagini e video che mostravano cittadini intenti a violare le norme sul coprifuoco, sugli assembramenti o sulla chiusura dei locali. Una documentazione atta a denunciare chi non rispetta le regole perché si crede più furbo degli altri, condannando chi invece è stato sempre rispettoso a pagarne le conseguenze.

Leggi anche ->Bassetti a Domenica Live, Selvaggia Lucarelli: “…Un tronista qualunque”

Selvaggia Lucarelli disgustata dall’inciviltà: la denuncia su Instagram

L’ultimo post pubblicato dalla giornalista questa mattina è una nuova denuncia di mancanza di educazione civica e rispetto delle regole, ma questa volta il covid non c’entra. Selvaggia Lucarelli denuncia l’incuria dei cittadini milanesi, mostrando come la tanto decantata pulizia di Milano sia in realtà più un pregiudizio che un fatto. Nel post vengono mostrate le immagini di cassette degli attrezzi abbandonate, cartacce, bottiglie di birra e spazzatura di vario genere che è stata lasciata nella via in cui abita in prossimità delle aiuole.

Leggi anche ->Selvaggia Lucarelli dura su Marco Giallini e la moglie morta: “Non è l’Amore”

A tal proposito scrive: “Questa è la via in cui abito, stamattina. E così più o meno sempre, con oggetti di varia natura, da mobili a forni a microonde. Non è Roma, quindi non è colpa della Raggi. Ma neanche di Sala, perché non si possono sempre addossare ai sindaci le colpe della mancanza totale di educazione civica dei cittadini”. Successivamente la Lucarelli aggiunge: “Voglio però dire che la Milano pulita contro la capitale zozza è un grosso pregiudizio. Su parchi, aiuole, spartitraffico a Milano c’è un mondo da raccontare, e non è un bel mondo, vi garantisco”.