Valeria Marini, l’incidente e l’esperienza extra corporea: “Ho visto il mio corpo esanime”

0
2579

Qualche tempo fa Valeria Marini ha raccontato di aver avuto un’esperienza extra corporea dopo un incidente automobilistico.

marini valeriaValeria Marini è una donna di spettacolo di grande esperienza che davanti alle telecamere si mostra sempre sorridente e allegra. Una caratteristica che la rende una grande professionista e la fa apprezzare dal grande pubblico. Sebbene faccia parte del mestiere, è complesso reprimere i pensieri negativi, le giornate storte e i problemi mostrandosi al pubblico sempre al meglio.

Di eventi negativi la showgirl ne ha vissuti parecchi, ma questo non l’ha mai condizionata. Uno di questi l’ha raccontato durante la sua partecipazione al Grande Fratello Vip del 2016. Si tratta di un episodio molto intimo che la soubrette aveva tenuto per sé fino a quel momento, evitando di raccontarlo anche durante le interviste che le avevano fatto in quegli anni.

Evidentemente Valeria ha trovato quell’occasione adatta per una confidenza del genere, il momento ideale per aprirsi su qualcosa che in molti potrebbero considerare una semplice sensazione priva di qualsiasi base logica dietro.

Leggi anche ->Verissimo, la verità sugli ultimi giorni di Stefano D’Orazio: “E’ stato terribile”

Valeria Marini, l’esperienza extracorporea: “Ho visto il mio corpo esanime”

Davanti alle attonite Alessia Macari e Laura Freddi, Valeria ha raccontato cosa le è successo dopo un incidente automobilistico: “Ho avuto un incidente stradale qualche anno fa. Sono uscita dal mio corpo e dopo aver perso i sensi ho visto il mio corpo esanime disteso sul letto dell’ospedale. Da quel momento io sono intuitiva perché ho i canali aperti. Ho delle sensazioni”.

Leggi anche ->Rosa Perrotta, problemi dopo il parto: “E’ dura, mi sento male”

Dopo aver ascoltato quella rivelazione, le due sono sembrate incredule e Valeria per dimostrare loro che stava dicendo la verità ha fatto un esempio concreto che Laura poteva ricordare: “Ti ricordi quando dicevo che ho avuto una sensazione? Ti ho detto che era come se si stessero formando due gruppi e alla fine si è avverato tutto. L’ho anticipato perché ho avuto proprio la sensazione che ci stessimo dividendo in due gruppi. Poi tu hai smorzato la cosa e non ci ho più pensato, non mi sono veramente accorta di niente, del ‘lacchè’, del ‘pappagallo’ e altre cose. Però avevo ragione”.