Alberto Angela, chi è la moglie Monica: età, lavoro, curiosità

0
3028

Il cuore di Alberto Angela, noto divulgatore scientifico e ideatore di “Ulisse”, batte per Monica. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lei.  

Si dice che dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna. E’ sicuramente così anche per Alberto Angela, e la “lei” in questione è la moglie – e madre dei suoi figli – Monica. Conosciamo più da vicino la compagna di vita che da anni è accanto al noto conduttore e divulgatore.

L’identikit di Monica Angela

Diciamo subito che non si hanno molte informazioni sulla donna che ha rubato il cuore del divulgatore scientifico più amato e stimato del piccolo schermo. Il presentatore di “Ulisse” tiene infatti moltissimo alla propria privacy ed è particolarmente riservato, per cui si sa poco o nulla sulla sua consorte.

Leggi anche –> Cesare Bocci, il confronto con Alberto Angela finisce male

Leggi anche –> Alberto Angela, l’annuncio improvviso lascia gli spettatori senza fiato

Sappiamo per certo che Alberto e Monica si sono sposati nel 1993 dopo un lungo fidanzamento e che hanno avuto tre figli: Riccardo, Edoardo e Alessandro. Chi li conosce bene riferisce che sono una coppia affiatatissima che è riuscita a rimanere unita in tutti questi anni, nonostante i frequenti viaggi di lui, che spesso è all’estero per ricerche e servizi televisivi.

Il figlio di Piero Angela, classe 1962, ha intrapreso al sua avventura in tv nel 1990 lavorando per un canale svizzero, e tre anni dopo ha deciso di convolare a nozze con la sua fidanzata storica, con la quale ha poi messo su una splendida famiglia. Lui e Monica condividono la passione per il nuoto e quella per il cinema.

Inoltre, Alberto Angela è notoriamente un buongustaio e si fa spesso preparare il suo dolce preferito dalla moglie o dalla mamma Margherita. In particolare, pare vada pazzo per il tiramisù. “Casalingo o dalla pasticceria non manca mai”, ha rivelato in un’intervista, spiegando che tutte le mattine in casa sua si celebre un rito: “Due espressi, uno di seguito all’altro. Meglio se in compagnia della mia famiglia: quattro chiacchiere, qualche barzelletta con i figli e la giornata può cominciare”.