Bonus idrico 2021, come funziona e chi può fare richiesta

13
190

Il sito non è ancora stato creato, eppure in tanti sono già interessati: ecco cosa è il Bonus Idrico e come funzionerà.

Il 2021 è sicuramente l’anno migliore per tutti coloro che vogliono ristrutturare casa. Il Bonus 110% (così apprezzato da essere stato prorogato anche per il 2022, con qualche modifica) ha permesso ai cittadini italiani di fare alcuni dei lavori di riqualificazione energetica in casa tra i più richiesti. Anche il bonus facciate (che prevede una detrazione d’imposta del 90% per interventi di recupero o restauro) è stato apprezzato. Ora, potrebbe arrivare un’altra novità.

Leggi anche -> Legge di Bilancio 2022, la mossa di Draghi: tutte le misure nel dettaglio

Si è parlato quindi dell’esterno; serramenti ed infissi, caldaie e schermature solari, facciate di villette e palazzi. Ma se qualcuno stesse invece pensando di rinnovare l’interno della casa? In particolare, ora potrebbe arrivare un aiuto anche per tutti coloro che non sono soddisfatti del loro impianto idrico. Questa agevolazione è conosciuta con diversi nomi: bonus bagni, bonus idrico o anche bonus acqua.

Bonus idrico, in cosa consiste e chi può fare richiesta

Cosa prevederebbe questo nuovo bonus? Prima di tutto, coloro che apportano delle modifiche avranno il diritto di richiedere un rimborso spese fino a mille euro (purché queste siano state effettuate tra l’1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021). Ovviamente si dovrà provare che i rinnovamenti sono stati fatti per rendere più efficiente l’impianto idrico. Si potranno quindi cambiare apparecchi già esistenti con apparecchi nuovi che garantiscano una limitazione di flusso d’acqua (rubinetti, soffioni della doccia e così via).

Leggi anche -> WhatsApp, attenzione alle truffe sui vaccini anticovid: tutte le informazioni

Attenzione però: il bonus bagni sarà valido per un solo immobile (già esistente) e per una sola volta. Se si intende fare uso di questa agevolazione, presto sarà possibile farne richiesta sul sito apposito (chiamato appunto Piattaforma bonus idrico, che al momento però non è ancora attivo). Chi è davvero interessato dovrà essere veloce: sarà stabilito infatti un ‘click day’, per cui si potrà fare richiesta di rimborso solo fino all’esaurimento dei fondi disponibili (fissato a 20 milioni di euro per il 2021).

13 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here