Costacurta, aggressione al figlio: spunta un testimone, cosa è successo davvero

0
6170

Le accuse nei confronti degli agenti di polizia di Parma da parte del figlio di Costacurta hanno generato scalpore, ma c’è chi smentisce.

Qualche giorno fa il figlio di Billy Costacurta (ex calciatore del Milan e della Nazionale) e di Martina Colombari (Miss Italia 1991) ha pubblicato una denuncia ai danni degli agenti di polizia di Parma. Il ragazzo ha raccontato di essere stato fermato dagli agenti per un controllo e di essere stato picchiato dopo averli chiamati “Sbirrazzi”. Il risultato dell’aggressione è un timpano perforato e varie contusioni. A testimonianza delle sue accuse, il figlio del calciatore ha pubblicato la foto di una maglietta macchiata di sangue ed il braccialetto che gli hanno messo all’accettazione dell’ospedale di Parma in cui è stato medicato.

Chiaramente le accuse del ragazzo hanno suscitato clamore e sono state riprese da tutte le testate giornalistiche nazionali. Il fatto raccontato dal minorenne, d’altronde, è di una gravità inaudita: “Questo è quello che succede ad un ragazzino…Alla polizia che la gente elogia tanto. Mi hanno picchiato e mi hanno perforato il timpano. Mi devo operare solo per averli chiamati sbirrazzi. Basta abuso di potere”.

Leggi anche ->Michelle Hunziker, la fuga dopo le brutte parole di Eros Ramazzotti

Denuncia aggressione polizia, anonimo smentisce il figlio di Costacurta

Lo stesso ragazzo poco dopo ha rincarato la dose, aggiungendo un nome alla sua accusa: “Grazie alla polizia e in particolare a Giovanni e ai suoi 4/5 colleghi che lo hanno aiutato a picchiarmi e grazie ancora per avermi perforato il timpano. Sono minorenne e non opponevo alcun tipo di resistenza”. Dopo aver letto la denuncia, il settimanale Nuovo ha voluto indagare sull’accaduto chiedendo spiegazioni alla questura di Parma, la quale si è trincerata dietro un no comment.

Leggi anche ->Dramma Billy Costacurta, ricoverato il figlio con gravi lesioni: cosa è successo

Tuttavia il settimanale spiega di aver ricevuto informazioni contrastanti da una fonte anonima. Tale fonte sarebbe stata testimone di quanto accaduto ed al settimanale ha smentito la versione del ragazzo: “L’intervento della Polizia è stato richiesto da chi, a Parma, ospitava il ragazzo. Lui aveva perso il controllo. Durante l’intervento due agenti avrebbero riportato lesioni. Risultato: Costacurta junior sarebbe stato denunciato in stato di libertà per resistenza, minacce, lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale”.