Denise Pipitone, esce allo scoperto l’autore della lettera anonima

0
5342

Nuova svolta sul caso Denise Pipitone, l’uomo che ha mandato la lettera anonimia si è incontrato con l’avvocato di Piera Maggio.

Dal giorno in cui è stata condivisa la segnalazione di Olesya, il caso Denise Pipitone è tornato prepotentemente al centro della cronaca italiana. Sono passati ormai 17 anni da quando la bimba di Mazara Del Vallo è scomparsa da casa e ancora oggi non ci sono informazioni certe su ciò che le è capitato. Il primo processo ha visto imputata la sorellastra Jessica Pulizi, ma la giovane è stata assolta in tutti e tre i gradi di giudizio e dunque scagionata dai capi d’accusa.

La madre della piccola, Piera Maggio, ed il suo legale sono convinti che dietro la scomparsa di Denise ci sia l’ex moglie di Pietro Pulizzi, Anna Corona. La donna ha sempre smentito le accuse, dicendo che quel giorno si trovava al lavoro e che dunque materialmente non avrebbe potuto partecipare al rapimento della piccola. Questa versione dei fatti è stata sostenuta da una collega, la quale ha affermato di essere stata insieme ad Anna dopo pranzo. Proprio il forte alibi ha convinto gli inquirenti ad archiviare la sua posizione ed escluderla dalle indagini prima del processo.

Denise Pipitone: l’autore della lettera anonima esce allo scoperto

I recenti sviluppi delle indagini hanno rimesso in discussione la posizione di Anna Corona. Circa una settimana fa è giunta la notizia che la donna sarebbe nuovamente indagata per il rapimento della bambina, anche se il suo legale ha smentito la notizia dichiarando: “Ho appreso la notizia della presunta iscrizione nel registro degli indagati della mia assistita dalle televisioni. A noi non risulta. Chiederemo ufficialmente alla Procura di Marsala se effettivamente sono state riaperte le indagini”.

Leggi anche ->Denise Pipitone, la collega di Anna Corona confessa: “Ho falsificato la sua firma”

A fare emergere nuovi dubbi sulla sua posizione sono state le dichiarazioni della sua collega, la quale di recente a confessato di aver falsificato la sua firma sul foglio d’uscita quel giorno su richiesta di Anna. Proprio sulla base di queste nuove informazioni è stata richiesta una perizia calligrafica sul foglio, per appurare chi tra Anna e Francesca è l’autrice della firma.

Leggi anche ->Denise Pipitone, Federica Sciarelli denuncia intrusioni: le gravi accuse

Questa mattina è stata condivisa dal quotidiano ‘Live Sicilia‘ e ripresa prontamente da ‘Mattino Cinque‘, la notizia secondo cui l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, si sarebbe incontrato con l’autore della lettera anonima. L’uomo nella lettera ha scritto di aver visto la piccola in un momento successivo al rapimento all’interno di una macchina. Informazioni che potrebbero essere fondamentali per il prosieguo delle indagini. Al momento il legale non ha confermato l’incontro con l’uomo, ma secondo quanto riportato non ci sarebbero dubbi sul fatto che sarebbe proprio lui l’autore della missiva.