Domenica In, Mara Venier gela Gianfranco Vissani: “Non mi toccare”

2
2161

Durante la puntata di oggi di Domenica In la conduttrice Mara Venier ha sbottato malamente contro lo chef Gianfranco Vissani

Sebbene Mara Venier sia una persona alla vista particolarmente estroversa ed estrosa, sembra che oggi qualcosa sia andato storto quando è entrato in studio lo chef Gianfranco Vissani. Il cuoco di Civitella del Lago era stato invitato per insegnare agli altri ospiti in studio, tra cui le gemelle Kessler, e ai telespettatori come preparare uno dei piatti baluardo della cucina italiana. Stiamo parlando niente popò di meno che della carbonara: piatto amatissimo, ma che spesso divide le cucine da nord a sud nella sua preparazione. Ma che cosa sarà successo per far sì che la conduttrice di Domenica In si girasse così in malo modo contro il Vissani?

Potrebbe interessarti leggere anche –> Lucia Goracci, chi è la giornalista che ha sfidato il talebano: “Guardami in faccia”

Lo scatto di Mara Venier stupisce tutti nello studio di Domenica In

A quanto pare, durante la preparazione della pasta alla carbonara, ad un certo punto Gianfranco Vissani si sarebbe girato verso Mara Venier. La conduttrice, non si è ancora capito bene il motivo, lo avrebbe rimbrottato affermando: “Non mi toccare e non mi baciare!“. Un modo un po’ brusco di rispondere a un gesto di affetto che ha lasciato tutti un po’ interdetti. Questo sicuramente non ha aiutato la spiegazione della ricetta, che tuttavia ha avuto anche una serie di altri problemi.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Loredana Lecciso, la foto che fa impazzire Al Bano: tutti senza parole

Come abbiamo detto, la ricetta della carbonara è una delle più note sul suolo italico e ogni cittadino del Bel Paese porta avanti la propria versione del piatto. Questa cosa, come c’era da immaginarsi, è avvenuta anche nello studio di Domenica In e Gianfranco Vissani si è ritrovato un po’ in difficoltà. Infatti, mentre cercava di insegnare alle gemelle Kessler, spesso è stato interrotto più volte anche e soprattutto dalla zia Mara. Magari in futuro sarebbe meglio scegliere una ricetta diversa, che non crei così tanto scompiglio tra i presenti.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here