Grave lutto a Mediaset: morto il giornalista del TG5 Gianluigi Gualtieri

4
1857

Il giornalista Gianluigi Gualtieri, volto storico del TG5, è deceduto nelle scorse ore a soli 59 anni in seguito ad una lunga malattia.

Il mondo del giornalismo e tutta Mediaset sono in lutto per la tragica morte di Gianluigi Gualtieri, storico componente del TG5. Il giornalista aveva appena 59 anni, ma lottava da tempo contro una brutta malattia che alla fine ha avuto la meglio. L’annuncio della sua dipartita è stato comunicato dalla sua famiglia e successivamente condiviso dai giornalisti di Mediaset che lo hanno voluto ricordare nel corso delle edizioni serali dei TG.

Gianluigi Gualtieri è stato uno dei primi a far parte della squadra del TG5. Lui è stato selezionato nell’ormai lontano 1992, anno in cui il TG è stato fondato, e da quel momento non ha più lasciato la squadra. Negli anni era diventato caporedattore, da tempo era conduttore ed era riuscito a lasciare il segno per il suo stile ironico e vulcanico. Di lui i colleghi dicono che era soprattutto un bravo giornalista, un uomo per bene ed un ottimo collega, capace di fare squadra come pochi altri.

Leggi anche ->Meghan, il suo gesto sconvolge la Regina: Harry è d’accordo con lei

Morto Gianluigi Gualtieri, il cordoglio dei colleghi

Il primo a voler ricordare Gianluigi è stato ieri il direttore del TG5, Clemente Mimun, che su Twitter lo ha definito un bravo giornalista ed un carissimo amico. Intervistato da La Presse, lo stesso Mimun ne ha esaltato le doti, spiegando come avesse capacità professionale, stile e gentilezza.

Leggi anche ->Victoria Beckham irriconoscibile, cosa ha fatto al suo viso: tutti sconvolti

Nel corso della serata di ieri lo ha ricordato anche Cesara Bonamici in apertura di edizione serale del TG. La giornalista lo ha definito innanzitutto un buon amico, quindi un uomo per bene ed un grande giornalista. Infine, esponendosi come portavoce di tutta la redazione, ha mandato alla famiglia un abbraccio. Ieri lo ha voluto omaggiare anche Paolo Liguori con un articolo pubblicato su Tgcom 24.

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here