Isola dei Famosi, l’allarme del medico: “Naufraghi a rischio, è gravissimo”

0
5673

Un medico nutrizionista lancia un severo monito sull’Isola dei Famosi: i concorrenti hanno fame e si vede.  

Problemi di salute per i concorrenti dell’Isola dei Famosi, ma in questo caso (per fortuna) il Covid non c’entra. I naufraghi hanno fame, e si vede. In assenza di cibo, molti sono ridotti letteralmente a pelle e ossa. E più d’uno è stato costretto a sottoporsi ad accertamenti medici vari dopo malesseri e svenimenti. Secondo un medico esperto si sta scherzando col fuoco.

valentina persia isola dei famosi

Pericolo anoressia all’Isola dei Famosi

I fisici tonici o floridi di due mesi fa sono ormai un lontano ricordo: dall’Honduras arrivano immagini di corpi scavati e ossuti. Il dimagrimento dei naufraghi è talmente evidente che se ne è parlato in toni polemici e/o allarmistici anche sui social, tanto che la produzione si è vista costretta a correre ai ripari.

Leggi anche –> Isola dei Famosi, incidente hot per Valentina Persia durante la diretta

E così, dopo i 21 chili persi da Gilles Rocca e la vistosa perdita dipeso di tanti suoi compagni d’avventura, gli autori del reality condotto da Ilary Blasi hanno dato ordine di rifocillare tutti aumentando le dosi di riso.

Leggi anche –> Ilary Blasi sotto accusa: “All’Isola dei Famosi c’è un problema”

Intanto, però, Nicola Sorrentino in un’intervista rilasciata al settimanale NuovoTv ha dichiarato che un simile programma è diseducativo. Secondo il medico nutrizionista, c’è il rischio è che chi lo guarda possa emulare i naufraghi vip, credendo che per dimagrire basti non mangiare: “Pericoloso, in questo modo si rischia l’anoressia”.

Mangiare solo riso e pesce, del resto, non è sufficiente per stare bene e mantenere abbastanza alte le proprie difese immunitarie. Ma c’è anche chi, come Alessandro Cecchi Paone, afferma di non aver mai patito la mancanza di cibo durante la sua esperienza nel reality (forze grazie anche alla dieta all’ingrasso cui si è sottoposto prima di partire su consiglio del suo medico di fiducia). Insomma, mangia che ti passa…