Marco Bocci, il dramma della malattia: la dura battaglia con l’herpes cerebrale

0
3321

Marco Bocci è tornato a parlare dell’herpes cerebrale contro il quale ha dovuto lottare, tutti i dettagli sulla malattia.

Oggi Marco Bocci è tornato a recitare e lavorare come un tempo, ma qualche tempo fa l’attore ha dovuto lottare contro un problema di salute che poteva costargli caro. Nel 2018 ha contratto un herpes cerebrale che per fortuna è stato diagnosticato e curato in tempo, permettendogli di superare la problematica nel giro di qualche mese.

L’attore ha parlato di quanto gli è successo in diverse occasioni. Al Corriere della Sera, ad esempio, ha spiegato di aver scoperto la malattia casualmente, dopo essere rimasto vittima di un incidente in una gara di Bmw: “Il terribile incidente ha reso possibile l’accertamento e la diagnosi, herpes al cervello, che altrimenti avrebbe avuto un corso dall’esito irreversibile”.

L’attore è stato sottoposto ad un intervento d’urgenza, in seguito al quale è rimasto incosciente per diverso tempo. Alla fine si è risvegliato e dopo un periodo di riabilitazione è potuto tornare alla vita di tutti i giorni.

Leggi anche ->Amici, Luca scoppia in lacrime: la verità su papà Gigi D’Alessio

Marco Bocci, ulteriori dettagli sull’herpes cerebrale: “Aveva preso la parte della memoria”

Nel corso di un’intervista rilasciata a Mara Venier in una puntata di ‘Domenica In‘, l’attore ha aggiunto ulteriori dettagli sulla malattia e sui rischi che questa poteva comportare: “Avevo le difese immunitarie basse e l’herpes anziché spuntare sulle labbra, come di solito, è arrivato al cervello. Aveva preso la parte della memoria e della parola e rischiavo grosso. Per fortuna i medici mi hanno salvato in tempo”.

Leggi anche ->Benedetta Rossi senza parole, il gesto del marito spiazza tutti

Nel corso della chiacchierata con Zia Mara, Marco Bocci ha spiegato inoltre che proprio ciò che gli è accaduto gli ha permesso di cambiare approccio alla vita: “Viviamo tutti la nostra vita pensando di essere invincibili. La reazione che ha scatenato in me questa vicenda è stata quella di godermi ogni momento della vita, senza troppe elucubrazioni mentali”.