Meteo, da domani 2 dicembre torna il gelo: tutte le previsioni

0
2461

Nuova perturbazione in arrivo domani, giovedì 2 dicembre, con tempo in peggioramento al Nordest e al Centro-sud: tornano piogge e freddo in molte regioni.  

meteo

La breve tregua concessa dal gelo è agli sgoccioli. E’ in arrivo proprio in queste ore una veloce perturbazione dall’Atlantico diretta verso l’Italia: per venerdì saranno molte le regioni che ne sentiranno gli effetti, con l’unica eccezione del Nord-ovest.

Le piogge interesseranno prima le regioni tirreniche e la Sardegna, in estensione su Nord-est e regioni centrali, poi il Sud e la Sicilia. Dal punto di vista termico, l’avvicinamento della nuova perturbazione sta attivando le correnti sud-occidentali, meno fredde rispetto ai giorni scorsi ma più umide, responsabili di un temporaneo aumento delle temperature specialmente sulle regioni meridionali, cui seguirà poco dopo un brusco calo delle stesse.

Meteo domani 2 dicembre 2021, le previsioni

Domani si assisterà dunque a un netto peggioramento delle condizioni meteo. Piogge sul Nord-Est, in Emilia Romagna, sulle regioni del Centro e in Sardegna, con rovesci e possibili temporali localmente di forte intensità su Lazio e a seguire sulla Campania. Qualche schiarita persisterà nelle zone ioniche e sul basso Adriatico, e in parte anche al Nord-Ovest. In giornata sono inoltre previste deboli nevicate sulle Alpi orientali oltre gli 800-1000 metri.

Leggi anche –> Meteo, da mercoledì 1 dicembre torna la pioggia battente: Italia al gelo

Leggi anche –> Meteo, dal 25 novembre arrivano pioggia e il vero freddo artico

Per il resto, le temperature saranno in aumento ovunque nei valori minimi, e nei valori massimi al Sud, mentre registreranno un calo sulle regioni del Centro-Nord raggiunte dal peggioramento. Si preannuncia una giornata ventosa al Centro-Sud e sulle Isole, con venti di Maestrale sulla Sardegna e Libeccio altrove, più intenso su basso Tirreno e Ionio.

Per venerdì, invece, si prevedono precipitazioni sulle regioni centrali adriatiche, Sud e Sicilia; rischio di rovesci e temporali soprattutto sull’estremo Sud. Sardegna e Lazio vedranno piogge più deboli e isolate. La neve cadrà fino a quota 1000-1200 metri sull’Appennino centrale, mentre altrove il tempo sarà più soleggiato, con schiarite più ampie al Nord e su parte della Toscana. Ma il clima sarà più freddo, con temperature in picchiata nelle zone interessate dal peggioramento e sulle Alpi.