Michele Merlo: il padre del cantante si scaglia ancora contro i medici

4
167

Domenico Merlo, padre del giovane cantante Michele Merlo morto a 28 anni, punta nuovamente contro i medici dell’ospedale

michele merlo

Michele Merlo, il ragazzo di 28 anni morto per via di una leucemia fulminante che lo ha portato ad un’emorragia cerebrale, non c’è più e i genitori non riescono a darsi pace. Da quando il loro ragazzo, Mike Bird, si è spento si sta cercando di capire che cosa è successo effettivamente e se lo si sarebbe potuto evitare. Domenico e Katia vogliono fare luce sugli avvenimenti e nelle ultime ore il padre dell’ex concorrente di Amici di Maria De Filippi ha nuovamente puntato il dito contro l’ospedale di Vergano. Lì il ragazzo si era recato mercoledì e, dopo essere stato visitato, non era stato ricoverato. La cosa ha dello sconcertante se si pensa che il giorno dopo è stato operato d’urgenza all’ospedale di Bologna.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Michele Merlo, lo straziante messaggio d’addio della madre

michele merlo

Le parole del padre di Michele Merlo: un dolore cieco

Perché mio figlio è stato respinto dall’ospedale di Vergato e accusato di aver fatto uso di droghe“. Queste le parole di Domenico Merlo, il quale non si dà pace per la scomparsa del figlio e, insieme alla moglie, hanno “chiesto l’intervento dell’autorità giudiziaria“. Per questo si sta aspettando che il medico legale faccia l’autopsia e dia un responso su quanto accaduto al ventottenne Michele Merlo.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Michele Merlo, parla il padre Domenico: “Vogliamo chiarezza”

Michele Merlo si è presentato, lamentando che gli “esplodevano la gola e la testa“. Il medico dell’ospedale di Vergano che era di guardia la notte in cui ha affermato di aver fatto “tutto quello che dovevo fare e tutto è stato relazionato ai miei superiori“. La guardia medica quella notte aveva rimandato a casa Mike Bird dopo avergli diagnosticato una forte faringite. Al momento per i genitori di Michele non rimane altro che piangere il dolore per un figlio morto prematuramente. Non resta che aspettare il referto del medico legale.

michele merlo maria de filippi

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here