Samuel Piermarini, la promessa del calcio è diventato prete

0
473

Samuel Piermarini è stato un vero e proprio talento calcistico. A portarlo lontano dal campo è stata la fede. Ecco cos’è successo. 

Una storia che ha dell’incredibile e che lascia davvero stupiti. Un ragazzo che poteva realizzare il sogno di ogni appassionato di calcio, sceglie di cambiare completamente vita e di dedicarsi alla fede.

Questo è ciò che ha fatto Piermarini. Nonostante il suo grande talento non ha saputo resistere alla fede religiosa e ha appeso gli scarpini al chiodo. Scopriamo come ha fatto ad arrivare da Trigoria a San Pietro.

Samuel Piermarini: arriva la consacrazione da Papa Francesco

La consacrazione ufficiale di Papa Francesco è arrivata il 25 aprile. Quella di Piermarini è senza dubbio una storia molto particolare e la sua scelta di vita a molti appare ancora incomprensibile. Come può un ragazzo rinunciare a diventare un calciatore per farsi sacerdote? La risposta è una sola: la fede.

Leggi anche -> Ambra, l’amore finito con Massimiliano Allegri: lui si consola già con lei

Il ragazzo era un vera promessa del calcio tanto che la Roma lo chiamò per un provino che si concluse con una grande offerta. A quel tempo Stramaccioni gli disse: “Puoi firmare con noi”. Una proposta che molti avrebbero accettato senza neanche pensarci ,a che invece Piermarini rifiutò.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“Non me la sentivo. Avevo un tormento interno che mi diceva che non ero fatto per quella vita” ha dichiarato. Ai tempi però la chiamata verso la Chiesa è arrivata quasi per caso. L’ex calciatore ha preso parte al Seminario diocesano internazionale Redemptoris Mater e da lì è iniziato il suo percorso.

Prima il diaconato nella parrocchia di San Giovanni Battista de La Salle nella periferia romana, poi un anno e mezzo passato all’estero impegnato in diverse missioni. Brasile, India, Svezia e Australia sono i luoghi in cui ha potuto approfondire la sua esperienza di fede.

Leggi anche -> Al Bano torna con Romina, la dura reazione di Loredana Lecciso

Nonostante la sua nuova vocazione, Piermarini non ha mai abbandonato la passione per il calcio. Infatti ha continuato a giocare anche durante il seminario. Ha vestito i panni da portiere nella Clericus Cup, un torneo del Centro sportivo italiano dove possono partecipare sacerdoti e seminaristi. In quell’occasione ha indossato la maglia del Redemptoris Mater.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here