Vito Dell’Aquila, chi è l’azzurro del Taekwondo: il sogno dell’oro a Tokyo

0
2672

Scopriamo chi è Vito Dell’Aquila, l’atleta azzurro che oggi pomeriggio lotterà per l’oro nella finale Olimpica di Taekwondo.

La prima giornata delle Olimpiadi ha portato agli azzurri sia delusioni che soddisfazioni. Per quanto riguarda le delusioni, di certo ci si aspettava di più da Rossella Fiamingo: l’atleta siciliana non è andata oltre i quarti di finale, perdendo una medaglia che in molti ritenevano una delle maggiormente probabili. La medaglia, la prima della competizione per l’Italia, è arrivata comunque questa mattina, quando il giovanissimo Vito Dell’Aquila ha battuto in semifinale l’argentino Guzman.

Arriva dunque dal Taekwondo la prima medaglia degli azzurri a queste Olimpiadi. Per sapere quale sarà la lega di questo primo trofeo, però, dovremo aspettare la finale di questo pomeriggio alle 14.45, quando l’atleta pugliese scenderà sul tappeto per confrontarsi contro l’avversario: il tunisino Mohamed Khalil Jendoubi. In caso di vittoria sarà non solo la prima medaglia ma anche il primo oro della competizione.

Leggi anche ->Olimpiadi Tokyo, nuovo rinvio? Ipotesi annullamento molto concreta

Vito Dell’Aquila, chi è il primo atleta azzurro a vincere una medaglia alle Olimpiadi di Tokyo

Vito Dell’Aquila non è ancora conosciuto dal grande pubblico appassionato agli sport, ma solo perché l’atleta pugliese è ancora giovanissimo. Nato a Mesagne (Puglia), il 3 novembre del 2000, Vito ha ancora 20 anni ed è entrato nel circuito mondiale del Taekwondo solamente da pochi anni. Come spesso capita per gli sportivi, Vito si è appassionato all’arte marziale di cui è un fenomenale interprete quando aveva appena 8 anni.

Entrato nella palestra del maestro Roberto Baglivo, il piccolo ha dimostrato rapidamente di avere una propensione per questo sport ed in pochi anni si è segnalato come uno dei talenti più promettenti d’Italia. Nel 2018, appena maggiorenne, è entrato a far parte del centro sportivo dei Carabinieri dopo aver partecipato ai mondiali di categoria nel 2017 ed aver conquistato da juniores un bronzo. Lo stesso anno del suo ingresso tra i Carabinieri ha conquistato un bronzo agli Europei, medaglia che nel 2019 si è tramutata in oro gli Europei svoltisi a Bari.

Leggi anche ->Antonio Rossi, dramma per il campione olimpico: colpito da un infarto

Sempre nel 2019 Vito Dell’Aquila ha vinto l’oro alle Grand Prix Finals tenutesi a Mosca, battendo in finale il numero uno del ranking mondiale: il coreano Jun Jang. Il successivo anno e mezzo è stato impostato tutto sulla qualificazione e la partecipazione alle Olimpiadi e oggi pomeriggio ha l’occasione di coronare il sogno di una vita a soli 20 anni. Se non dovesse arrivare l’oro, Vito avrebbe tutte le carte in regola ed il tempo per rifarsi, visto che è solo all’inizio di quella che sembra già una carriera straordinaria.