Rossano Rubicondi, la verità sugli ultimi giorni prima della morte: “Non respirava”

0
3193

A poco più di una settimana dalla morte di Rossano Rubicondi, oggi i suoi amici raccontano come l’uomo ha passato i suoi ultimi giorni.

Il mistero sulla morte di Rossano Rubicondi ha incuriosito tantissime persone: quello che si pensava fosse un melanoma benigno, infatti, si è portato via l’attore nel giro di un anno. Ora la famiglia e gli amici, ancora sconvolti, cercano di fare chiarezza su cosa sia successo. Roberto Manfré, che è sempre stato molto vicino a Rossano, si è presentato a Domenica In così da poter spiegare ai telespettatori come l’amico abbia vissuto nell’ultimo periodo prima della sua morte.

Leggi anche -> Charlene di Monaco torna a casa dopo la malattia: il dettaglio che non convince

“Si stava curando in uno degli ospedali più importanti di New York” ha spiegato Manfré, ma non c’è stato nulla da fare. Il cancro si è sparso per tutto il corpo, consumandolo velocemente. Nonostante questo, però, Rubicondi ha tenuto duro: “Era fantastico, diceva: ‘Je meno al cancro'”. L’attore sapeva che sarebbe stata una battaglia difficile, ma ha cercato fino all’ultimo di curarsi.

Rossano Rubicondi

Nonostante fosse solo nel momento in cui è mancato, Rossano negli ultimi mesi è sempre stato circondato da chi gli voleva bene. Lontano dalla famiglia, Rubicondi a New York aveva tanti amici: a quanto pare, poi, una delle persone che più lo hanno sostenuto è stata proprio la ex moglie Ivana Trump. “Non lo ha mai abbandonato, è stata fantastica” ha spiegato Manfré. “Lo ha aiutato con l’assicurazione medica ed ha trovato un appartamento vicino a lei”.

Leggi anche -> Eleonora Daniele si sfoga: episodio gravissimo durante la gravidanza

Prima di morire Rossano ha avuto difficoltà respiratorie per qualche giorno, poi si è sentito all’improvviso meglio: dimesso dall’ospedale, è tornato a casa. “Lì purtroppo l’ho trovato morto, non c’era più nulla da fare” ha raccontato il suo amico. E’ stato proprio Manfré a trovarlo, preoccupato perchè Rubicondi non rispondeva al telefono da qualche giorno. “Non è stata una cosa piacevole da vedere. Sono cose che non dimentichi”.

Leggi anche -> Domenica In, svelata la verità sulla malattia di Rossano Rubicondi: Mara Venier sconvolta

Ad occuparsi della camera ardente è stata Ivana, a cui però è stato sconsigliato di vedere il corpo senza vita dell’ex marito. “Già era fragile, vederlo in quelle condizioni l’avrebbe distrutta”. Nonostante tutto però Ivana ha voluto organizzare tutti i preparativi per il funerale senza delegare nessun lavoro agli altri: l’ultimo gesto d’affetto nei confronti dell’ex marito.